Skip to content

La razza tra mito, scienza e ideologia in Germania dall'unificazione al terzo Reich (1870-1945)

Informazioni tesi

  Autore: Raffaele Ganzerli
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2000-01
  Università: Università degli Studi di Bologna
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Filosofia
  Relatore: Giuliano Pancaldi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 144

L'evoluzionismo ha prodotto una grande rivoluzione scientifica e culturale in tutto il mondo occidentale, ma si è dovuto posare sulle rigide colonne delle tradizioni etniche, amalgamarsi al contesto storico-culturale, ed alle aspirazioni ideologiche. Il ruolo di queste ultime ha attratto l'attenzione dell'autorevole ricercatore Paul Weindling, il quale evidenzia il fatto che la particolare situazione storica della Germania della seconda metà del XIX° secolo, caratterizzata da un imponente progresso a livello culturale, da un forte consolidamento istituzionale, nonché da spettacolari avanzamenti militari in grado di cambiare la fisionomia dell'Europa, abbia creato un clima fervidamente nazionalista, ed una forte propensione ideologica verso i valori i valori della patria, della comunità e delle tradizioni: un fenomeno collettivo al quale anche illustri esponenti del mondo scientifico accademico presero parte. Essi infatti trassero dalla tradizione scientifica le ispirazioni per creare una nuova concezione del mondo che giustificasse, come ontologicamente fondate, le pretese di superiorità della propria stirpe.
In Inghilterra il Darwinismo divenne il presupposto scientifico per giustificare la politica coloniale e la superiorità delle classi medio alte, mentre oltreoceano le teorie di Darwin giustificarono la segregazione razziale. Nella nascente Germania di metà ottocento, lo zoologo e divulgatore delle idee di Darwin, Ernst Haeckel si erse a baluardo e messia del germanesimo supportando la politica dell'espansionismo tedesco, e valorizzando il sentimento di unità razziale delle stirpi germaniche.
Nell'epoca moderna caratterizzata dallo sviluppo delle scienze, ed il relativo rischio di obliterare le origini culturali e religiose, Haeckel diverrà un anello di congiunzione tra la spiritualità cosmica dei figli di Odino ed il progresso scientifico. Il suo contributo alla scienza si colloca a monte di un processo culturale che ha nei culti ancestrali il suo punto d'origine. Le chiavi di lettura del pensiero haeckeliano sono molte: il monismo, la Gesamtperson, la psicologia filogenetica, la filosofia della natura, la ricapitolazione, l'unità spirito-materia. Un insieme di aspetti in cui l'autore riunisce un non celato orgoglio atavico con le aspirazioni del presente, l'evoluzione biologica con quella spirituale, le osservazioni scientifiche con le grandi riforme socioculturali avvenute nella storia. Le sue argomentazioni trovarono un terreno favorevole grazie alla predisposizione culturale degli ambienti culturali ufficiali e non.
Il secolare sentimento di fratellanza di sangue e suolo trovava nella scienza uno dei suoi più rapidi ed efficaci strumenti di espansione. Haeckel dal canto suo si elevò a maestro nella ''missione'' di diffusione dei valori nazionali: forte della sua intima convinzione che il popolo tedesco fosse una amalgama spirituale che il processo evolutivo avrebbe per forza di cose reso compatto ed unitario, le sue lezioni universitarie miravano a coinvolgere gli studenti mediante l'uso di metafore particolari che stimolassero immedia-tamente l'affinità tra materia e spirito, individuale e collettivo, psichico e biologico, al fine di evidenziare che lo scopo della evoluzione consisteva nel portare a realizzazione quell'ideale di grandezza rappresentato dagli avi ancestrali. L'evoluzione viene così a rappresentare un intreccio tra valori etici tradizionali, misticismo religioso (di stampo protocristiano), e ideali comunitari: un ponte ideale tra il passato, il presente e l'eterno che trova una sua precisa connotazione culturale.
Il periodo post-rinascimentale, con le teorie di Newton, Cartesio, Hobbes, Leibniz ha portato alla luce oltre ad un nuovo modo di fare scienza anche un diverso sentimento religioso: non più legato ai dogmi ma al rapporto dell'uomo con l'infinito, l'universale, l'assoluto. Con essi tornano alla ribalta i grandi temi della religione pagana protocristiana, del mito delle origini, della necessità di una armonia tra l'uomo e il cosmo: grandi temi che si impongono un periodo, quello della seconda metà dell'ottocento, caratterizzato da una dirompente industrializzazione che spezza i legami dell'uomo con la natura, e trascina via i tradizionali legami sociali.
Vi è anche un aspetto radicato nei secoli della storia, e nei sentimenti collettivi: è quello del conflitto tra la religione ancestrale degli antichi popoli ellenico-germanici e la Chiesa Cattolica Romana.
Considerata un giogo spirituale alla libera fede dello spirito germanico, essa fu aspramente combattuta all'epoca della riforma luterana, e su questa scia, nel XIX° secolo gli ambienti politici conservatori, i circoli e i gruppi delle élite intellettuali nazionaliste, come quello sorto a Bayereuth sotto l'autorità intellettuale di Chamberlain e Gobineau, decisero di impugnare nuovamente la spada della lotta antipapale.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione L'evoluzionismo ha prodotto una grande rivoluzione scientifica e culturale in tutto il mondo occidentale, ma si è dovuto posare sulle rigide colonne delle tradizioni etniche, amalgamarsi al contesto storico-culturale, ed alle aspirazioni ideologiche. Il ruolo di queste ultime ha attratto l'attenzione dell'autorevole ricercatore Paul Weindling, il quale evidenzia il fatto che la particolare situazione storica della Germania della seconda metà del XIX° secolo, caratterizzata da un imponente progresso a livello culturale, da un forte consolidamento istituzionale, nonché da spettacolari avanzamenti militari in grado di cambiare la fisionomia dell'Europa, abbia creato un clima fervidamente nazionalista, ed una forte propensione ideologica verso i valori i valori della patria, della comunità e delle tradizioni: un fenomeno collettivo al quale anche illustri esponenti del mondo scientifico acca-demico presero parte. Essi infatti trassero dalla tradizione scientifica le ispirazioni per creare una nuova concezione del mondo che giustificasse, come ontologicamente fondate, le pretese di superiorità della propria stirpe. In Inghilterra il Darwinismo divenne il presupposto scientifico per gius-tificare la politica coloniale e la superiorità delle classi medio alte, mentre oltreoceano le teorie di Darwin giustificarono la segregazione razziale. Nella nascente Germania di metà ottocento, lo zoologo e divulgatore delle idee di Darwin, Ernst Haeckel si erse a baluardo e messia del germanesimo supportando la politica dell'espansionismo tedesco, e valorizzando il sentimento di unità razziale delle stirpi germaniche. Nell'epoca moderna caratterizzata dallo sviluppo delle scienze, ed il relativo rischio di obliterare le origini culturali e religiose, Haeckel diverrà un anello di congiunzione tra la spiritualità cosmica dei figli di Odino ed il progresso scientifico. Il suo contributo alla scienza si colloca a monte di un processo culturale che ha nei culti ancestrali il suo punto d'origine. Le chiavi di lettura del pensiero haeckeliano sono molte: il monismo, la Gesamtperson, la psicologia filogenetica, la filosofia della

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

biologia
ideologia
monismo
nazismo
razzismo
socialdarwinismo
terzo reich
darwinismo
darwinismo sociale
ernst haeckel
adolf hitler
julius evola

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi