Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L’incubatore d’impresa “Urban Innovation Laboratory”

Lo scopo del mio elaborato è quello di introdurre e dimostrare l'importanza e l'impatto sull'econoia locale di PMI innovative e incubatori certificati e sullo sviluppo economico di un territorio. È importante capire come questi strumenti, e in particolare l'incubatore di imprese, consentano il coinvolgimento di università e amministrazione pubblica per migliorare e sviluppare i fattori tangibili e immateriali di un territorio. Con il progetto dell'incubatore "Urban Inovation Laboratory, il Comune di Misterbianco, in sinergia con l'Università degli Studi di Catania, cerca di rilanciare il suo territorio e il suo tessuto economico e imprenditoriale. Per dimostrarlo, l'elaborato è diviso in quattro capitoli.
Il primo espone i concetti del fenomeno presenti in letteratura, analizzando i contribbuti più interessanti, tracciando le fasi storiche del processo evolutivo del business incubator.
Il secondo capitolo indaga il fenomeno dell'incubatore di imprese nell'esperienza italiana, indagandone natura dei servizi e tipologia.
Il terzo capitolo spiega l'importanza delle università e delle amministrazioni municipali per perseguire politiche di sviluppo economico territoriale.
Il quarto capitolo descrive il progetto dell'Unban Innovation Laboratory Incubator.

Mostra/Nascondi contenuto.
4 INT RO DUZ IO NE Argome nti qua li impre nditoria lità , impre se sta rt up e inc uba tori di impre se , ha nno a ssunto in te mpi re c e nti un ruolo se mpre più importa nte e di inte re sse da pa rte di e nti gove rna tivi, studiosi e c omunità ne lla gra n pa rte de i pa e si de l mondo. È infa tti c onfe rma to e c onsta ta to c ome que sti tre fe nome ni pre se ntino de lle c a ra tte ristic he ta li da va lida rli c ome strume nti di promoz ione de lla c re sc ita e c onomic a a live llo loc a le , gra z ie a lla loro a da tta bilità a i c a mbia me nti c he sta nno a ttra ve rsa ndo le e c onomie ne gli ultimi quindic i a nni. I forti sc onvolgime nti c he ha nno c olpito l’inte ro siste ma e c onomic o ne ll’ultimo de c e nnio, modific a ndone me todologie e funz ioni, ha nno spinto gove rni e priva ti a d a pporta re importa nti c a mbia me nti ne lla c onc e z ione e ge stione di una a ttività impre nditoria le . Si c ontinua se mpre più a pa rla re di innova z ione e di te c nologia , di inc uba tori d’impre sa , sta rt up e PMI Innova tive c he ha nno soddisfa tto le nuove e sige nz e di me rc a to, de l c lie nte e de ll’e c onomia tutta . Que sti c a mbia me nti sono e sse nz ia li e ne c e ssa ri a ffinc hé le nuove a ttività impre nditoria li rie sc a no a sopra vvive re e c onc orre re ne l nuovo c onte sto e c onomic o c he è in c ontinuo muta me nto, in qua nto, la ne c e ssità a ttua le de l me rc a to è que lla di dota re l’impre sa di strume nti c he le pe rme tta no di re c e pire e d a ntic ipa re i muta me nti de ll’a mbie nte e ste rno. L ’e sige nz a di re nde re l’impre sa dina mic a e pronta a l c a mbia me nto sia struttura le c he orga niz z a tivo, ha indotto il le gisla tore a d a ttua re que sto proc e sso di c a mbia me nto e mode rniz z a z ione me dia nte l’introduz ione di nuove tipologie soc ie ta rie e nuovi strume nti e , a ltre sì, a de gua ndo la le gge e le disposiz ioni e c onomic he e siste nti a lle c a ra tte ristic he e pe c ulia rità de l siste ma e c onomic o na z iona le . T ra i ta nti strume nti a supporto de lla nuova impre nditoria , introdotti da l le gisla tore ita lia no, que llo di c ui ho voluto a pprofondire storia , pre supposti e d obie ttivi è l’Inc uba tore d’impre sa . T a le strume nto è il risulta to de l la voro c ongiunto e d unidire z iona le posto in e sse re da l le gisla tore , da gli istituti di ric e rc a e d Unive rsità e a mministra z ioni re giona li e c omuna li c he , insie me , pe rse guono l’obbie ttivo di migliora re e va loriz z a re il proprio te rritorio e tutti gli a ttori pre se nti. Un te ssuto impre nditoria le be n orga niz z a to e dota to di strume nti a de gua ti pe rme tte la rina sc ita de ll’e c onomia de l te rritorio a pporta ndo un migliora me nto de lle c ondiz ioni di vita di c hi que l te rritorio lo vive quotidia na me nte . L ’obie ttivo c he si inte nde pe rse guire , c on il pre se nte e la bora to, è que llo di illustra re le c a ra tte ristic he e le fina lità di un B I ( B usine ss Inc ubator ), sottoline a ndo le importa ntissime ripe rc ussioni c he que sti strume nti ha nno sull’inte ro te rritorio. T a li c onside ra z ioni sono a lla ba se de lla re a liz z a z ione di un proge tto di re a liz z a z ione di un inc uba tore d’impre sa de nomina to “ Urba n Innova tion L a bora tory” , e la bora to da ll’Unive rsità de gli studi di C a ta nia tra mite il C APIT T (C e ntro pe r l’Aggiorna me nto de lle Profe ssioni e pe r l’Innova z ione e d il T ra sfe rime nto T e c nologic o) e

Tesi di Laurea Magistrale

Facoltà: Scuola di Management e Governance

Autore: Gianvito Chinnici Contatta »

Composta da 92 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 35 click dal 06/03/2018.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.