Skip to content

La legittima difesa: caratteristiche e limiti del diritto di autotutela

Informazioni tesi

  Autore: Giacomo Sestini
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2016-17
  Università: Università degli Studi di Torino
  Facoltà: Giurisprudenza
  Corso: Giurisprudenza
  Relatore: Alessandra Rossi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 106

Questo lavoro di tesi tratta di un istituto tra i più antichi del diritto penale: la legittima difesa. Questa scriminante è disciplinata pressoché da tutti gli ordinamenti statali moderni poiché risponde a un bisogno innato dell'essere umano: la salvaguardia del bene vita è, infatti, una caratteristica intrinseca in ognuno di noi e, per questo motivo, è stata introdotta una forma di tutela del soggetto quando egli agisce per difendere tale bene. La fattispecie in esame rientra nelle cosiddette "circostanze che escludono la pena" poiché prevede, per l'appunto, la non punibilità dell'agente che agisce per difendere la propria o altrui incolumità a fronte di un'aggressione ingiusta, a patto però che sussistano tutta una serie di ulteriori requisiti tassativi previsti dal codice penale. La tesi si compone di quattro capitoli: il primo capitolo tratta delle cause di giustificazione in generale, categoria all'interno della quale rientra la legittima difesa; il secondo capitolo tratta della legittima difesa reale disciplinata dall'art. 52, 1° comma, c.p.; il terzo capitolo tratta della legittima difesa domiciliare disciplinata dall' art. 52, 2° e 3° comma, c.p.; il quarto e ultimo capitolo tratta della legittima difesa putativa disciplinata dall'art. 59, 4° comma, c.p. e della fattispecie dell'eccesso colposo disciplinato dall'art. 55 c.p. Questo lavoro, dunque, si preoccupa di delineare le caratteristiche principali e i tratti salienti di tutte le tipologie di legittima difesa (reale, domiciliare, putativa) e della fattispecie collaterale dell'eccesso colposo, con in aggiunta anche un'analisi di alcune sentenze in materia, per offrire una panoramica ampia ma al contempo esauriente di tali istituti.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Intr oduz i one Que sto la voro di te si tra tta di un istituto tra i più a ntic hi de l diritto pe na le : la le gittima dife sa . Que sta sc rimina nte è disc iplina ta pre ssoc hé da tutti gli ordina me nti sta ta li mode rni poic hé risponde a un bisogno inna to de ll’e sse re uma no: la sa lva gua rdia de l be ne vita è , infa tti, una c a ra tte ristic a intrinse c a in ognuno di noi e , pe r que sto motivo, è sta ta introdotta una forma di tute la de l sogge tto qua ndo e gli a gisc e pe r dife nde re ta le be ne . L a fa ttispe c ie in e sa me rie ntra ne lle c osidde tte “ c irc osta nz e c he e sc ludono la pe na ” poic hé pre ve de , pe r l’a ppunto, la non punibilità de ll’a ge nte c he a gisc e pe r dife nde re la propria o a ltrui inc olumità a fronte di un’a ggre ssione ingiusta , a pa tto pe rò c he sussista no tutta una se rie di ulte riori re quisiti ta ssa tivi pre visti da l c odic e pe na le . L a le gittima dife sa , in a ltre pa role , è un istituto c he ric onosc e un diritto a ll’a utotute la in c a po a c ia sc uno di noi, in de roga a l princ ipio de l monopolio sta ta le de ll’uso de lla forz a e , proprio pe r que sta ra gione , è sottoposta a pre c ise c ondiz ioni pe r la sua va le nz a a llo sc opo di e vita re il sorge re di una “ giustiz ia priva ta ” inc onc ilia bile c on uno sta to di diritto qua le è il nostro. L a te si si c ompone di qua ttro c a pitoli. Il primo c apitolo tra tta de lle c ause di giustific azione in ge ne rale , c a te goria a ll’inte rno de lla qua le rie ntra la le gittima dife sa : ve rrà spie ga to c osa si inte nde c on la loc uz ione “ c a use di giustific a z ione ” , qua l è il loro fonda me nto e ve rra nno poi e le nc a ti i princ ipi c omuni c he le rigua rda no. In pa rtic ola re a ll’iniz io si spie ghe rà qua l è la c olloc a z ione de lle sc rimina nti a ll’inte rno de lla struttura de l re a to: su que sto a rgome nto si c onfronta no, in dottrina , la te oria tripa rtita e la te oria bipa rtita . Suc c e ssiva me nte , si a na liz z e rà il loro fonda me nto e spone ndo i due mode lli c he sono sta ti e la bora ti sul punto, que llo monistic o e que llo plura listic o. Si pa sse rà poi a d a ffronta re a lc une que stioni c omuni c he possono sorge re ne lla pra ssi a pplic a tiva de lle sc rimina nti: la possibilità o me no de lla loro e ste nsione a na logic a a lla luc e de lle disposiz ioni de l c odic e pe na le , la loro disc iplina in c a so di c onc orso di pe rsone ne l re a to e in c a so di c onc orso di norme . Infine , 4

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

legittima difesa
eccesso colposo
legittima difesa putativa
legittima difesa reale
legittima difesa domiciliare

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi