Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Ricerca e analisi dei casi di grammaticalizzazione nelle lingue germaniche occidentali: inglese, tedesco e nederlandese a confronto.

La tesi si occupa sostanzialmente di tre temi di seguito elencati:
- Panoramica sulla storia della linguistica;
- Analisi storico comparativa di inglese tedesco e nederlandese dall'età antica all'età moderna;
- Teoria della grammaticalizzazione con casi applicati in tre distinti approcci.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 Introduzione Come già si evince dal titolo, l’oggetto principale di questa tesi sarà un’analisi diacronica delle lingue germaniche occidentali. Più precisamente, lo scopo della ricerca è individuare i fenomeni di mutamento linguistico che hanno determinato la differenziazione delle lingue germaniche, ponendo, su un piano comparativo, i casi di grammaticalizzazione di tre lingue appartenenti al ramo occidentale: inglese, tedesco e nederlandese. L’analisi consisterà nel verificare se i fenomeni di grammaticalizzazione individuati nell’area anglofona e germanofona abbiano interessato o meno anche quella nederlandofona. Il grande tema che fa da sfondo è la questione della variazione nel tempo delle lingue che, da millenni, è ancora oggetto di dibattito e di ricerca tra filosofi, letterati e linguisti. Nei vari ambiti di studio la riflessione sul linguaggio si è trovata a dover fare i conti con uno degli interrogativi più misteriosi della storia: perché e quali sono state le cause che hanno portato a una così variopinta differenziazione linguistica nel mondo? Le risposte a tale interrogativo sono state altrettanto policromatiche nella storia del pensiero linguistico e sembra dunque “doveroso” fornire un panorama delle varie riflessioni per sottolineare l’importanza di tali idee che hanno portato, nei secoli, a vaste ricerche nel campo della glottologia sempre più stimolanti e innovative e segnato il notevole sviluppo della linguistica, da una materia sostanzialmente oggetto di riflessione filosofica alla nascita di una vera e propria disciplina in continua evoluzione. Il presente elaborato avrà inizio con l’esposizione delle teorie sul linguaggio, le quali hanno occupato un grande spazio nei volumi dei più eruditi. A partire dal dibattito sulle idee naturaliste-essenzialiste in contrapposizione a quelle convenzionaliste, entrambe trattate nel dialogo Cratilo di Platone, il quale verrà risolto poi da Aristotele, si noterà una lenta ma continua sistematizzazione delle categorie grammaticali che sfoceranno, nel III-II secolo ca. a. C., nella messa a punto della Techne grammatikè, il primo trattato di grammatica nato dalla necessità di stabilire una norma linguistica,

Tesi di Laurea Magistrale

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Serena Paolucci Contatta »

Composta da 167 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 41 click dal 16/04/2018.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.