Skip to content

Elezioni e partiti in Gran Bretagna: l'evoluzione del sistema partitico alla luce delle elezioni del 2017

Informazioni tesi

  Autore: Leila Mitta
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2016-17
  Università: Università degli Studi di Milano
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Scienze politiche e delle relazioni internazionali
  Relatore: Giovanni Marco Carbone
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 77

3 capitoli in cui viene presentato il sistema bipartitico inglese che negli anni a partire dal secondo dopoguerra ha subito periodi di declino e di ascesa, un sistema che ha garantito l'alternanza tra i due maggiori partiti: conservatori e laburisti.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
3 INTRODUZIONE Un sistema partitico consiste di interazioni tra partiti in competizione al fine di massi- mizzare i voti per poter accedere al controllo del governo, in certi casi la competizione si trasforma in cooperazione quando nessuna delle parti ha ottenuto alle elezioni una mag- gioranza all’interno dell’arena legislativa e sono, di conseguenza, obbligati a formare delle coalizioni al fine di garantire una legislatura stabile. I sistemi possono coinvolgere piccoli partiti, pochi e grandi, o perfino solo uno attorno a cui gravitano i cd. partiti satelliti, ciò dipende dalla distanza ideologica. Il suddetto elaborato prende in considerazione la forma del sistema bipartitico, nel quale due partiti dominano l’arena politica godendo di eguale consenso elettorale e alternando- si al potere. Si tratta di un sistema piuttosto competitivo dal momento che il partito risul- tato vincente in termini di voti forma un governo come singolo senza la necessità di altri partiti. Tale dinamica non implica che siano i soli partecipanti politici, un certo numero di partiti minori può competere alle elezioni rimanendo in una posizione marginale 1 . Il caso emblematico è rappresentato dalla Gran Bretagna, a cui è dedicato l’elaborato. Conserva- tori e Laburisti sono i maggiori protagonisti del sistema bipartitico inglese, rafforzati dal sistema elettorale maggioritario che ha contribuito a garantire stabilità alle legislature susseguitesi nei diversi anni fino a oggi. L’analisi segue una periodizzazione costruita intorno a una logica ben precisa. Il primo capitolo copre un arco di tempo dal secondo dopo guerra fino al 2005: il sistema Westmin- ster dominato dai Conservatori e Laburisti, ciascuno caratterizzato da una propria ideo- logia che ha contribuito a creare una sorta di lealtà partitica con gli elettori. Il modello subisce a partire dal 1974 un lento declino dovutoall’incremento di supporto per i partiti minori fino ad ora rimasti emarginati, quali i Liberali, i nazionalisti emergenti all’interno dei sistemi regionali: Plaid Cymru (PC) in Galles, Scottish National Party (SNP) in Scozia, gli unionisti e Sinn Féin nel Nord Irlanda, e l’allineamento partitico viene meno.Seguono gli anni ’80 della Thatcher che modella la politica britannica, quattro vittorie consecutive, dando vita a nuova ideologia per i Conservatori, il neoliberismo a cui si contrapponela risposta dell’opposizione Laburista non tardò ad arrivare: Tony Blair fu l’artefice di una nuova ideologia, il New Labour o anche Terza Via, con la quale riuscì a recuperare parte di voti persi, aggiudicandosi tre mandati consecutivi. Sullo sfondo i partiti minori conti- nuavano ad emergere raccogliendo sostenitori delusi dalla politica tradizionale e nascono nuove forze politiche come reazione alla guerra in Iraq scoppiata nel 2001, è il caso di Re- spect, alla globalizzazione e alla questione del cambiamento climatico che hanno condotto alla formazione dei Verdi, e al tema dell’immigrazione, in particolare al recente e maggiore flusso di richiedenti asilo politico, in ultimo alla questione Europa fortemente osteggiata dopo la firma del Trattato di Maastricht, all’inizio degli anni ’90, dall’UKIP (United King- dom Indipendent Party). Il secondo capitolo si apre con la svolta del 2010, dopo 65 anni di alternanza tra Conservatori e Laburisti, nessuno dei due ottiene la maggioranza alla Ca- mera dei Comuni. Con sorpresa Cameron, leader conservatore, e Nick Clegg, dei Lib Dem 1 Caramani (2013).

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

gran bretagna
maggioritario
conservatori
bipartitismo
sistema partitico
laburisti
alternanza di governo

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi