Skip to content

La Valutazione Funzionale in Età Giovanile

Informazioni tesi

  Autore: Diego Massussi
  Tipo: Diploma di Laurea
  Anno: 2016-17
  Università: Università Telematica Pegaso
  Facoltà: Scienze Motorie
  Corso: Scienze Motorie
  Relatore: Luca Russomando
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 69

La valutazione funzionale è un argomento di fondamentale importanza e rappresenta tutt’oggi un tema di ricerca molto attuale per quanto riguarda l’ambito delle scienze motorie. Con questo termine si intendono l’insieme di tutte le procedure per la raccolta di informazioni, al fine di valutare le condizioni fisiche del soggetto e, di conseguenza, prendere decisioni sugli interventi da proporre.
La valutazione funzionale è in grado di individuare con precisione eventuali deficit relativi ai difetti di mobilità, stabilità e non solo. Essa è un’operazione che si pone l’obiettivo di conoscere, acquisire informazioni, individuare relazioni e semplificare la complessità della realtà riducendola a dati da interpretare.
Questo tema risulta ancor più interessante e necessita di maggior attenzione per quanto riguarda l'età giovanile. Specialmente in questa fase della vita, infatti, la valutazione funzionale è in grado di evidenziare la presenza di eventuali problematiche nelle diverse aree di sviluppo del giovane. È nell’età dello sviluppo, difatti, che si vanno ad innestare gli schemi motori di base, le posture e tutti quei movimenti che accompagneranno il giovane per il resto della vita.
La valutazione funzionale, oltre ad essere uno strumento di verifica, quindi, non solo è in grado di evidenziare se effettivamente ci sono delle aree di debolezza su cui intervenire, ma consente anche di pianificare un percorso specifico per la risoluzione di eventuali deficit, attraverso la programmazione di una serie di esercizi, pensati ad hoc, che vadano a lavorare in maniera del tutto funzionale al problema in questione. La valutazione, dunque, passa anche attraverso l’allenamento funzionale, vale a dire, attraverso una metodologia ed un approccio al movimento in grado di apportare numerosi benefici in termini di mobilità, stabilità e coordinazione nel corpo del giovane.
Il “functional training” pone, infatti, la sua attenzione sulla qualità dell’esercizio che dovrebbe avere sempre la priorità sulla quantità. Con questo lavoro di tesi proporrò quindi quelli che sono i principali strumenti di valutazione in età giovanile, inoltre, approfondirò quello che si può definire il primo sistema di valutazione funzionale standardizzato: il “Functional Movement System” (F.M.S), ideato da Gray Cook e Lee Burton, il quale si pone l’obiettivo di valutare gli schemi motori fondamentali, per identificare eventuali limiti e asimmetrie del giovane.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
23 2.1.3 Linee guida sulla somministrazione dei test Come già esplicitato in precedenza, il TGM, sia la prima che la seconda edizione, è stato progettato e strutturato al fine di essere utilizzato da professori, insegnanti specializzati, allenatori ecc.. come strumento di valutazione motoria ideale per valutare le abilità grosso- motorie del giovane di età compresa tra i 3 e i 10 anni. Risulta quindi essere di fondamentale importanza, al fine della validità del test, l'esperienza e la capacità di osservazione dell'esaminatore, il quale deve essere in grado di somministrare il test attenendosi ad alcune linee guida che se non rispettate renderanno il test nullo o comunque non oggettivamente valido e credibile. L'esaminatore deve dunque essere un operatore competente e con una certa esperienza nell'ambito della valutazione motoria. La durata della somministrazione dell'intera batteria di test per ogni singolo bambino richiede circa 20 minuti di tempo, ciò dipende anche, oltre che dall'esperienza di chi osserva, anche dall'età e dalle difficoltà del bambino nell'affrontare i singoli test. Per rendere la valutazione ottimale, inoltre, l'esaminatore dovrebbe offrire le condizioni ideali per affrontare un'attività di questo tipo, come ad esempio, cercare un ambiente adatto all'attività motoria, riducendo gli elementi di disturbo. Il bambino che si appresta a svolgere il test, dovrebbe essere munito di un abbigliamento idoneo oltre all'utilizzo di scarpe da ginnastica adeguate. Analizziamo ora le linee guida fondamentali, su cui si deve basare l'esaminatore, per l'attendibilità del TGM: - Leggere con cura l'intero test e prendere confidenza con l'attrezzatura, le istruzioni e l'esecuzione corretta del singolo test; - Prendere confidenza con la somministrazione del test iniziando a valutare bambini senza grosse difficoltà motorie;

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

metodologia della valutazione motoria
la valutazione funzionale
strumenti di valutazione in età giovanile
i test grosso motori
il tgm:
la batteria di test eurofit
il functional movement system

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi