Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Effetto di radiazioni elettromagnetiche su alcune proprietà dell'acqua

Da studi sperimentali, presenti in letteratura, sono state evidenziate alcune proprietà ‘anomale’ dell’acqua inerenti alle sue caratteristiche chimico-fisiche; esse sono dovute prevalentemente all’impiego di radiazioni elettromagnetiche. Infatti, ad esempio, l’irraggiamento dell’acqua, con radiazioni nel campo del visibile o IR, induce un cambio strutturale nell’organizzazione delle molecole della stessa.
La finalità dello studio è quella di indagare sull’effetto di radiazioni elettromagnetiche di diversa lunghezza d’onda su alcune proprietà dell’acqua. Questa indagine viene condotta mediante lo sfruttamento di diverse metodiche sperimentali e strumenti di analisi indiretta.

Mostra/Nascondi contenuto.
6 Il legame idrogeno o ponte a idrogeno è un particolare caso di forza intermolecolare in cui è implicato un atomo di idrogeno legato covalentemente con elementi fortemente elettronegativi,come fluoro (F), ossigeno (O) e azoto (N). Questi ultimi attraggono a sé gli elettroni di valenza, acquisendo una parziale carica negativa (δ - ) e lasciando l’idrogeno con una parziale carica positiva (δ + ). Nel medesimo istante lo stesso idrogeno viene attratto da un atomo elettronegativo della molecola vicina. La forza di tale legame dipende dalla elettronegatività degli atomi coinvolti nel ponte a idrogeno, e secondo la scala: F > O > N. Nell’acqua allo stato liquido il legame idrogeno è relativo all’atomo di idrogeno di una molecola di acqua attratto da atomi di ossigeno delle altre molecole vicine. Pertanto gli atomi di idrogeno non sono legati solo covalentemente agli atomi di ossigeno ma anche attratti da molecole nelle immediate vicinanze. Il legame idrogeno dell’acqua è un legame debole ma abbastanza forte tale da resistere alle fluttuazioni termiche che vi sono a temperatura ambiente. La forza attrattiva tra l’idrogeno del legame O-H e l’ossigeno delle molecole di acqua circostanti è maggiore quando i tre atomi sono in linea tra loro e presentano una distanza di 0.3 nm. Figura 2: legame idrogeno in acqua Nella massa d’ acqua, in qualsiasi istante, si prevede che i legami a idrogeno disposti a tetraedro formino una rete [6] che, estendendosi in tutto il liquido, fornisce le proprietà fisiche dell’ acqua e una minore quantità di ‘tasche’ isolate di molecole con legami a idrogeno rotti. Ogni molecola d'acqua può formare due legami a idrogeno coinvolgendo i propri atomi H e due ulteriori legami idrogeno utilizzando gli atomi H delle molecole

Tesi di Laurea Magistrale

Facoltà: Farmacia

Autore: Fabrizio Masciulli Contatta »

Composta da 86 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 84 click dal 10/04/2018.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.