Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Indagine statistica - Uso dello smartphone e delle tecnologie digitali

L'utilizzo generalizzato e massivo degli smartphones registrato in tempi recenti, costituisce una tematica di ampio respiro. Quasi chiunque oggi si serve di questi strumenti, tanto potenti quanto leggeri e tascabili: che sia per effettuare una chiamata o inviare un messaggio, per svolgere una ricerca di informazioni o per ascoltare musica e guardare video, l'impiego dello smartphone ha raggiunto ormai picchi tanto pervasivi da sollevare dubbi sull'effettiva capacità individuale di poterne fare a meno anche solo per un giorno.
Ovunque andiamo e in qualsiasi momento, o noi stessi o qualcuno al nostro fianco lo sta utilizzando. È un fenomeno che negli ultimi 10 anni ha conosciuto una crescita esponenziale: lo smartphone è utilizzato dal 69,6% degli italiani (la quota era solo del 15% nel 2009) . Sarebbe poi erroneo supporre che gli interessati siano esclusivamente i giovani. Parallelamente infatti alla diffusione su larga scala dei device mobili, insieme all’ampliamento delle attività che si possono svolgere grazie ad applicazioni e siti web con un notevole risparmio di tempo e di denaro, negli ultimi anni i comportamenti degli adulti sono diventati sempre più simili a quelli degli under 30.
La decisione della trattazione nel presente documento deriva da un forte interesse personale indirizzato in particolar modo alla conoscenza delle abitudini proprie di una mirata fascia della popolazione, più contenuta e "vicina" all'autore: i giovani.
In questa Tesi, sono introdotte preliminarmente nozioni fondamentali riguardo le tecniche di campionamento e le indagini statistiche, con particolare accento su quelle condotte online. Si procede con un'ampia discussione riguardo le informazioni raccolte sulla popolazione grazie al questionario.

Il genere di domande è scaturito dal personale interesse dell'autore, volte a conoscere quanto le nuove tecnologie digitali di uso comune, ma in particolar modo lo smartphone, siano presenti, in termini di numeri e quindi di statistiche, nelle nostre vite; il fine è dunque quello di capire e concepire concretamente il tipo di utilizzo che se ne fa e con quale frequenza.
Il questionario conta 26 domande suddivise in 5 sezioni, tra cui: informazioni personali dei rispondenti, quelle dello smartphone in possesso, gli interessi e la propensione all'utilizzo della tecnologia, riflessioni di carattere più o meno oggettivo.
L’indagine condotta ha trovato il suo sviluppo sul web, per mezzo, dunque, della la tecnica CAWI. Una limitazione decisa dall'autore, è stata quella riguardante la fascia di età, restringendo il campo dai 18 ai 30 anni compresi.
Il tasso di risposta, senza nessuna particolare aspettativa a priori, è stato del tutto sorprendente. Si parla infatti di un totale di 378 rispondenti.

Mostra/Nascondi contenuto.
4 | Introduzione L'utilizzo generalizzato e massivo degli smartphones registrato in tempi recenti, costituisce una tematica di ampio respiro. Quasi chiunque oggi si serve di questi strumenti, tanto potenti quanto leggeri e tascabili: che sia per effettuare una chiamata o inviare un messaggio, per svolgere una ricerca di informazioni o per ascoltare musica e guardare video, l'impiego dello smartphone ha raggiunto ormai picchi tanto pervasivi da sollevare dubbi sull'effettiva capacità individuale di poterne fare a meno anche solo per un giorno. Ovunque andiamo e in qualsiasi momento, o noi stessi o qualcuno al nostro fianco lo sta utilizzando. È un fenomeno che negli ultimi 10 anni ha conosciuto una crescita esponenziale: lo smartphone è utilizzato dal 69,6% degli italiani (la quota era solo del 15% nel 2009) 1 . Sarebbe poi erroneo supporre che gli interessati siano esclusivamente i giovani. Parallelamente infatti alla diffusione su larga scala dei device mobili, insieme all’ampliamento delle attività che si possono svolgere grazie ad applicazioni e siti web con un notevole risparmio di tempo e di denaro, negli ultimi anni i comportamenti degli adulti sono diventati sempre più simili a quelli degli under 30. Sebbene di certo se ne stia già parlando da tempo, e molte indagini statistiche siano state condotte a proposito di questo tema, la decisione della trattazione nel presente documento deriva da un forte interesse personale indirizzato in particolar modo alla conoscenza delle abitudini proprie di una mirata fascia della popolazione, più contenuta e "vicina" all'autore: i giovani. In questa Tesi, sono introdotte preliminarmente nozioni fondamentali riguardo le tecniche di campionamento e le indagini statistiche, con particolare accento su quelle condotte online. Si procede con un'ampia discussione riguardo le informazioni raccolte sulla popolazione grazie al questionario e, infine, si mette in pratica un'analisi avanzata del dataset per mezzo di una tecnologia d'impostazione sperimentale. 1 https://www.corrierecomunicazioni.it/digital-economy/censis-nuove-tecnologie-ruolo-chiave- nellitalia-cambia/

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze Statistiche

Autore: Roberto Borin Contatta »

Composta da 38 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 151 click dal 16/04/2018.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.