Skip to content

Strategie di distribuzione e marketing di Mamma Roma

Informazioni tesi

  Autore: Fabrizio Sani
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2017-18
  Università: Università degli Studi di Roma La Sapienza
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Dams - Discipline delle Arti, della Musica e dello Spettacolo
  Relatore: Andrea Minuz
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 65

Questa ricerca è fondata prevalentemente sullo studio approfondito di alcuni materiali presenti nel «Fondo Cineriz» e nel «Fondo Alfredo Bini» conservati presso la Biblioteca Luigi Chiarini di Roma. Integrati dall’attenta consultazione di riviste specializzate e stampa generica in attività in quel periodo. Tra tutte hanno avuto un peso più importante riviste come «Araldo dello spettacolo», «Cinemundus», «Giornale dello spettacolo», «Cinecorriere» e «Filmcritica».
Intendo cominciare la mia ricerca analizzando la società in cui Mamma Roma si evolve, operazione indispensabile per chi vuole avvicinarsi alle opere di Pasolini. Parlare di Pasolini implica l'uso di parole quali "borghesia" e "sottoproletariato" che oggi forse hanno un'aria ingiallita, ma tratteggiano il panorama in cui le sue storie si collocano e, aprendole a non troppo azzardate metafore, le ritroviamo di sfacciata attualità.
Dopo aver attraversato la società italiana del 1962, e il Pasolini dei ragazzi di vita – senza tralasciare il rapporto con la madre, che in Mamma Roma emerge prepotentemente – mi soffermerò sulla XXIII Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia. Kermesse in cui Mamma Roma venne presentata insieme a titoli di assoluto spessore che sono considerati oggi fondamentali nella Storia del cinema.
Nel secondo capitolo entrerò nel vivo della distribuzione, esaminando prima come si presenta la Cineriz nel panorama italiano, e il suo ruolo in esso, soffermandomi soprattutto sul trimestre Settembre/Novembre 1962 – periodo in cui Mamma Roma era nella sale italiane. Passerò poi al lato pubblicitario, di marketing, ma anche strutturale e prettamente filmico di Anna Magnani, figura inedita nel cinema di attori non-professionisti di Pasolini. Concluderò il capitolo andando a vedere dove il film è stato effettivamente distribuito e con quale successo nelle principali città italiane.
Nel capitolo finale mi occuperò dapprima di chi andava a vedere il film e di come questo è stato ricevuto. Tenendo conto delle interpretazioni diverse che possono emergere da status sociali di appartenenza lontani tra loro, e quindi della parzialità della ricostruzione. Valuterò prima le reazioni in sala, per poi uscirne all'esterno e approfondire le principali polemiche a cui la pellicola ha dovuto rispondere – prima e dopo la proiezione d’esordio – e le numerose e variegate contestazioni che da ogni occasione sembravano affiorare.
In ultimo andrò a sfogliare le opinioni della critica sulla stampa generica e su quella specializzata, confrontando l’immediata ricezione di Mamma Roma con quella postuma, e di Pasolini stesso, come cineasta e intellettuale.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
5 1 Inquadramento storico Era il Febbraio del 1962, Amintore Fanfani scioglieva il suo III governo per varare, venti giorni dopo, il suo IV. Coadiuvato da Aldo Moro formò un tripartito (DC, PSDI, PRI) che ottenne ampia fiducia alla Camera e in Senato. La presidenza della Repubblica sarà poi attribuita ad Antonio Segni solo due mesi dopo 1 . L’Italia, sperimentando quindi la collaborazione fra socialisti e democristiani, si apprestava a vivere con ottimismo il suo anno migliore - in termini di crescita finanziaria - con l’economia che si glorificava del + 8,6% rispetto al PIL precedente, un record ancora ineguagliato che spinse la popolazione a proseguire la sua immersione nel consumismo: le spese degli italiani crescono in ogni settore dell’intrattenimento 2 , negli immobili, nel tempo libero e nelle automobili. Un’opulenza che si concretava in cambiali, o meglio in “pagherò”, impegnando il reddito dei mesi a venire, e sottraendo disponibilità alle banche; un meccanismo che porterà poi alla resa dei conti con l’inflazione, e all’epilogo del sogno americano durato solo pochi anni. 1.1 Il ’62 in Italia: la rincorsa al sogno americano Il cinema cavalcava queste ambizioni, dapprima guadagnando il ruolo di principale paese importatore di film americani, superando la Germania Ovest 3 , e più vistosamente con una 1 P. GINSBORG, Storia d'Italia dal dopoguerra a oggi, Einaudi, Torino 2006. 2 Da 213 miliardi a 225. È anche il Cinema a beneficiare di queste quote, ma i risparmi vengono spesi principalmente per Tv e Sport. 3 La situazione dello spettacolo in Italia, in «Cinecorriere», a. XV n. 11-12.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi