Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il ruolo delle fonti ''autorevoli'' nella selezione della notizia

Le fonti di informazione autorevoli, in quanto legittimate a tutti gli effetti, sono in grado di controllare e influenzare la notizia giornalistica ricostruendo per la pubblica opinione una realtà coerente con il punto di vista delle istituzioni.

Mostra/Nascondi contenuto.
3 INTRODUZIONE Obiettivo del presente elaborato è quello di dimostrare in che modo le fonti di informazione autorevoli, in quanto legittimate a tutti gli effetti, siano in grado di influenzare e controllare la notizia, riuscendo, inoltre, a costruire per la pubblica opinione una realtà coerente con il punto di vista delle istituzioni. In considerazione del fatto che le notizie giornalistiche si propongono il fine di informare l’opinione pubblica su fatti e questioni inerenti la realtà, è evidente l’importanza di fonti autorevoli, accreditate e attendibili. Un lavoro sulle fonti giornalistiche autorevoli, dunque, non può prescindere da un loro inquadramento e da una loro analisi. Come avremo modo di evidenziare, infatti, esistono diverse tipologie di fonti, in particolare organizzate o istituzionali, quest’ultime anche dette autorevoli, e sono state elaborate diverse teorie che hanno cercato di spiegare che cosa sia una fonte e perché il giornalista si rivolge a essa per creare la notizia. Numerosi istituti di ricerca si sono concentrati sul rapporto tra fonti e notizie giornalistiche tra i quali si è distinto, ad esempio, il Centre for Contemporary Cultural Studies, mentre, tra gli studi, si è distinto il lavoro di Stuart Hall e colleghi del 1978, Policing the crisis: Mugging, the State, and Law and Order 1 , che rappresenta, ancora oggi, una pietra miliare in materia. All’interno dell’articolo, ad esempio, si spiegavano i meccanismi per cui la cronaca nera veniva utilizzata dai media per attirare l’attenzione e incuriosire il pubblico. 1 HALL S., CRITCHER C., JEFFERSON T., CLARKE J., ROBERTS B., Policing the crisis: Mugging, the State, and Law and Order. MacMillan Press, London, 1978. “Il rapporto tra fonti e giornalisti assomiglia a una danza, perché le fonti cercano l'accesso ai giornalisti e i giornalisti cercano l'accesso alle fonti”. Herbert J. Gans

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Giuseppina Rita Canalis Contatta »

Composta da 101 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 54 click dal 03/05/2018.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.