Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Business to small business - Crescita e sviluppo del commercio elettronico nelle pmi

A seguito dell’esperienza maturata in uno studio di Consulenza Fiscale-Tributaria (Professionisti Associati Milano “www.profass.com”) a diretto contatto con le problematiche di crescita e di sviluppo delle PMI, e grazie alla possibilità di compiere uno “stage” se pur limitato al solo mese di Agosto 2000 presso una multinazionale Londinese della new economy (Buildonline Ltd. c.a. Giovanni dott. Volontè, AD), ho incominciato a sviluppare l’idea di una Tesi che traendo spunto dalle mie esperienze passate, mi avesse permesso di affrontare un argomento di così estrema attualità. Scopo ultimo era di riuscire a creare un parallelismo tra il ruolo da me in parte conosciuto del consulente fiscale tributario con il ruolo da me non conosciuto del consulente informatico, nonché studiare, quanto il Commercio Elettronico potesse risultare un nuovo fattore determinante nella crescita e nello sviluppo delle PMI.
BuildOnline Ltd. è tra le prime aziende di e-Commerce ''business-to-business'' per l'edilizia in Europa, i materiali e i servizi per l'edilizia vengono acquistati sul suo mercato Internet di fornitori e acquirenti, inoltre, lo strumento di collaborazione al progetto offerto dal sito, riunisce tutte le parti coinvolte in un progetto edilizio, consentendo a tutti di gestire fluidamente ogni fase del processo online, dalla progettazione e dalla gara d'appalto, fino alla costruzione ed alla manutenzione. Nel corso dello stage londinese, ho imparato a conoscere e lavorare sul Web, ovvero costruire un pagina web, utilizzare i vari editor grafici e i differenti programmi per l’impaginazione (Acrobat, Fireworks, Photoshop); ho appreso le procedure per interagire con gli utenti (trade on line), infatti, una volta sviluppata la home page il nostro compito era il controllo, la gestione e lo sviluppo dei flussi informativi, ovvero i potenziali clienti nel sito potevano previa iscrizione, accedere alla banca dati della company ed interagire con l’operatore, dalla più semplice informazione fino a giungere alla chiusura della transazione.
Rientrato in Italia ho ripreso l’attività nello studio commerciale ma ho mantenuto l’interesse che una tale esperienza aveva in me generato. Ecco dunque che grazie alla collaborazione della prof. Maria Megale mi è stata data la possibilità di concludere i miei studi con il presente elaborato, cercando così di riflettere l’esperienza londinese nella più limitata realtà italiana costituita principalmente da PMI.
Nella stesura del presente lavoro si sono seguite due strade: la prima si è limitata alla ricerca ed alla consultazione di materiale bibliografico, in materia di E-Commerce, E-Business, PMI e distretti industriali, la seconda che ha impiegato la maggior parte del lavoro si è concentrata sulla rete internet la quale mi ha permesso di recuperare la maggior parte delle informazioni, avvalendomi dei forum quali punti di incontro per formulare quesiti agli esperti del settore. In internet ho visionate le home page delle maggiori società di ricerca e sviluppo, le principali aziende fornitrici di applicativi di e-business, ho visionati i report statistici relativi a indagini di mercato, ho partecipato ad un seminario sugli aspetti fiscali e legali del commercio elettronico organizzato dai dottori commercialisti e avvocati di Milano, ho costruito una mia pagina web cercando di ottenere e scambiare informazioni con altri utenti interessati all’argomento. Ho avuto, inoltre, un contatto diretto con la società SkyGeo S.p.a. dalla quale ho ottenuto interessanti spunti sul fronte dell’e-business nelle PMI e su come le tecnologie informatiche possano sostenere la crescita delle PMI aggregate nella forma dei distretti industriali, ho assistito alla recente fiera smau spinto dall’interesse per le nuove forme di mobile-commerce.
Ma l’aiuto migliore mi è giunto dall’apporto professionale del dott. Vincenzo Milillo, valido collaboratore della prof. Megale.
Questo elaborato mi ha dato la possibilità di sviluppare una nuova figura professionale a 360° : il consulente fiscale con conoscenze medio alte in applicativi informatici a sostegno delle aziende, utile al mio inserimento nel mondo del lavoro, tanto e vero che lo studio in cui ricomincerò la pratica professionale ha pronto un progetto di gestione contabile che permette ad ogni utente di potervi accedere tramite user ID e password, utilizzando la rete quale sistema di comunicazione.

Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione Business to small Business - 6 - Introduzione Nel corso dell’esperienza maturata presso uno studio di consulenza fiscale – tributaria ho imparato a conoscere l’effettivo “valore aggiunto” che il settore delle piccole – medie imprese sono capace di generare nel sistema economico italiano, ho cercato allora di studiare quale potesse essere l’effettivo ruolo delle PMI nel contesto attuale e da dove traessero così tanta forza innovativa; ed allora mi sono posto alcune domande: le nuove tecnologie informatiche offrono veramente nuove possibilità di business alle piccole – medie imprese?, e come la “new economy” è in grado di sostenere la crescita e lo sviluppo delle stesse?. Un dato è certo: mostra come vi sia una grande esplosione, sull’onda della new economy, di aziende specializzate nella fornitura di sistemi applicativi a forme di commercio elettronico. Sembrerebbe infatti, che la diffusione delle tecnologie Internet, e la nuova economia digitale che da questo fenomeno viene alimentata, offre alle piccole e medie imprese opportunità concrete per conquistare nuovi spazi di mercato, creando o ampliando il proprio vantaggio competitivo. Perché le piccole e medie imprese possano cogliere queste opportunità è però necessario sfruttare alcuni fattori critici di successo ed evitare, al contrario, gli errori che da quel successo possono allontanare. Affrontare una discontinuità richiede evidentemente doti di flessibilità e di rapidità di azione, e la capacità di progettare nuovi modelli d’impresa. Internet è ormai una realtà che offre opportunità di business fino a poco tempo fa inimmaginabile. Stiamo infatti assistendo a un cambiamento radicale nel modo di produrre, distribuire e usufruire di prodotti e servizi. Ed ecco quindi che mi è stata data la possibilità di sviluppare tale elaborato, cercando così di trovare una risposta alle mie domande. La parte introduttiva del lavoro cerca di individuare i servizi offerti dalla rete e di definire il commercio elettronico e le principali tipologie che da esso possono scaturire. Il secondo Capitolo introduce il concetto delle PMI, tramite l’analisi di quelle che possono essere le caratteristiche ed i requisiti principali, analizzando la situazione economica attuale sostenendo, inoltre, il ruolo principale occupato all’interno del contesto economico europeo. La seconda parte del presente capitolo introduce il ruolo dei sistemi informativi nelle PMI.

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Andrea Merli Contatta »

Composta da 186 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3649 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 14 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.