Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il coordinatore in chiave montessoriana. Riflessioni sul metodo Montessori e sulla figura del coordinatore

Questo elaborato affronta il tema del coordinamento pedagogico dando particolare importanza alla al metodo Montessori come modalità da applicare non solo tra maestro e bambino ma anche tra coordinatore e equipe di educatori.

Mostra/Nascondi contenuto.
2 CAPITOLO I LA PEDAGOGIA MONTESSORIANA 1.1 Maria Montessori e l’importanza dell’ambiente educativo Il pensiero pedagogico montessoriano riparte dalla pedagogia scientifica tant’è che l'introduzione della scienza nel campo dell'educazione è il primo passo fondamentale per poter costruire un'osservazione obiettiva dell'oggetto che, in questo caso, non è il bambino in sé ma la sua spontaneità ed autenticità 1 . Quando Maria Montessori fondò la prima “Casa dei bambini” nel 1907, era già nota in Italia per essere stata una tra le prime donne laureate in medicina, per le sue lotte femministe e per il suo impegno sociale e scientifico a favore dei bambini frenastenici. È proprio dal suo lavoro con tali bambini che nasce e si estende a tutti gli altri bambini, il metodo Montessori alla base del quale vi è l’utilizzo di materiale scientifico, volto a sviluppare al meglio le loro capacità 2 . Tre sono i punti più importanti del metodo: 1. L’osservazione e la conoscenza del bambino in quanto tale, e non come gli adulti lo immaginano; 2. L’ambiente inteso come uno spazio di scoperta, esplorazione e conoscenza, all’interno del quale il bambino ha la possibilità di compiere esperienze 1 Cfr.http://www.operanazionalemontessori.it/index.php?option=com_content&task=section&id=5 &Itemid=32. 2 Cfr. L. Franceschini (a cura di), Viaggio intorno a un Nido Montessori, Edizioni Opera Nazionale Montessori, Roma 2016, p. 51.

Tesi di Master

Autore: Manuela Durinzi Contatta »

Composta da 28 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 37 click dal 26/06/2018.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.