Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'e-learning per imprese e organizzazioni. Knowledge management, sistemi di apprendimento, modelli di erogazione

Obiettivo primario della tesi è comprendere quali siano le potenzialità dei nuovi media dal punto di vista della didattica e dell’apprendimento all’interno delle organizzazioni, in modo particolare per la formazione professionale.
Più nello specifico si tratta di capire:

- Il valore e l’utilità di Internet e dei nuovi mezzi di comunicazione elettronica a scopi di apprendimento e di gestione delle conoscenze;
- In che modo e con quali obiettivi questi nuovi strumenti possono essere utilizzati nei contesti economici e organizzativi, con particolare riferimento a possibili modelli didattici alternativi o complementari;
- In che modo imprese e organizzazioni devono creare al proprio interno le condizioni necessarie affinché possano essere implementati con successo dei programmi di e-learning.

Nel primo capitolo, dal titolo “Apprendimento formazione nella società dell’informazione e della conoscenza”, partendo dalle principali teorie dell’apprendimento (comportamentismo, cognitivismo, costruttivismo) si cerca di comprendere come i concetti, le pratiche e le necessità di apprendimento e di formazione stiano cambiando nell’ambito della società della conoscenza e del nuovo mondo del lavoro.
Attraverso il capitolo secondo, “E-learning e nuove tecnologie”, si fornisce una panoramica delle tecnologie attraverso cui la formazione a distanza può, e potrà in futuro, essere veicolata e consegnata alle utenze. Particolare attenzione viene dedicata alle tecnologie di rete, in quanto ritenute fondamentali per innalzare la qualità dell’esperienza mediata di apprendimento.
Solo a questo punto è possibile dar forma a un discorso organico sulle potenzialità dei nuovi media dal punto di vista didattico.
Il terzo capitolo, “Come cambiano apprendimento e formazione attraverso i nuovi media”, si prefigge l’obiettivo di osservare più da vicino caratteristiche e forme di comunicazione proprie dei nuovi media, per poi mettere al vaglio della teoria le loro principali applicazioni per l’apprendimento. Numerose teorizzazioni di matrice costruttivista sembrano trovare conferma in questi nuovi sistemi di apprendimento, ma i due casi presi in esame nel paragrafo finale ne portano alla luce le difficoltà applicative.
Con il capitolo quarto l’indagine viene contestualizzata a livello organizzativo, in particolare sul piano dei modelli didattici attraverso i quali imprese ed enti possono far fronte alle proprie esigenze formative, sfruttando in modo consistente le potenzialità dell’e-learning.
Vengono prese in esame caratteristiche e peculiarità di università online, Corporate University e comunità professionali on-line, e di ciascun modello si propone l’analisi di un caso pratico. Quindici variabili di natura qualitativa contribuiscono a mettere a fuoco le tre realtà da molteplici prospettive e a dar vita ad uno schema che favorisce il confronto tra i casi stessi, sui piani pedagogico, strategico-economico, tecnologico.
Il capitolo si conclude con l’analisi, dal punto di vista dei contenuti, del forum telematico della comunità professionale oggetto di studio. Ho ritenuto tale argomento meritevole di approfondimento per potere valutare più obiettivamente la portata di questo nuovo media in ambito di gestione delle conoscenze organizzative.
Nel capitolo quinto, “Prospettive di sviluppo per l’e-learning nelle organizzazioni”, si tracciano in modo sintetico le principali conclusioni a cui la ricerca ha portato, anche se buona parte di esse più che essere relative a inconfutabili realtà del presente si prefigurano come prospettive per il futuro.



Mostra/Nascondi contenuto.
1 Introduzione Le nuove tecnologie dell’informazione e della comunicazione cambiano i rapporti dell’uomo con il tempo e lo spazio. Grazie alle reti telematiche, le persone possono scambiarsi un insieme eterogeneo di messaggi, partecipare a conferenze elettroniche, avere accesso alle informazioni pubbliche, costruire insieme mondi virtuali. La penetrazione massiccia di queste tecnologie cambia il modo di vivere, relazionarsi e lavorare di persone, gruppi e istituzioni al punto tale che la società contemporanea “si smaterializza” e prende le forme della società dell’informazione e della conoscenza. Se l’accesso a un’informazione sempre più diffusa si fa più facile, la conoscenza diventa risorsa strategica, tanto nella vita di un singolo individuo, quanto nell’evoluzione di un’organizzazione. Questa vera e propria rivoluzione di Internet e della comunicazione globale attraversa trasversalmente numerosi settori, anche sulla spinta di una globalizzazione economica dei cui meccanismi si è perso progressivamente il controllo. Mercati, istituzioni formative, pubbliche amministrazioni, sistemi produttivi e gestionali, mezzi di comunicazione mutano nella sostanza e nelle forme: si inizia a parlare di e-commerce, e-learning, e-government, e-business, e-publishing, dove il prefisso comune “e” (dall’inglese “electronic”) informa che non si ha più a fare con “materia fisica”, bensì con porzioni di informazione in formato elettronico, detti bit. L’argomento di studio di questa tesi è l’e-learning. É stato scelto il tema della formazione a distanza per l’interesse verso un mondo in cui tre grandi campi del sapere molto diversi tra loro si confrontano e trovano equilibrio: scienze dell’educazione e della formazione; tecnologie dell’informazione e della comunicazione; economia e organizzazione aziendale. Obiettivo primario della tesi è comprendere quali siano le potenzialità dei cosiddetti nuovi media dal punto di vista della didattica e dell’apprendimento all’interno delle organizzazioni, in modo particolare per la formazione professionale.

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze della Comunicazione e dello Spettacolo

Autore: Filippo Dal Fiore Contatta »

Composta da 253 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3185 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 17 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.