Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il problema del trasporto merci nel distretto del mobile imbottito nell’area di Matera: problemi logistico-organizzativi e soluzioni

Impossibilità di riferirsi ad un unico modello teorico

Diversità di Modelli Produttivi dei sistemi di imprese localizzati in aree geografiche circoscritte:
· Sistema articolato di produzione
· Area – sistema
· Sistema di imprese

Intreccio di fattori storici, culturali e sociali che ne permettono il funzionamento e che assumono caratteristiche proprie in ogni distretto.

il tratto più importante del “sistema locale - distretto industriale” è “il fatto che esso è un meccanismo socioeconomico, alternativo alla grande impresa tradizionale, di incentivazione dell'innovazione; da cui dipende, in definitiva, l'allargamento del mercato e, a sua volta, l'incremento della produttività”.

Caratteristiche strutturali dei Distretti

L'organizzazione del processo produttivo
I rapporti tra le imprese
Le caratteristiche del tessuto imprenditoriale
Il settore industriale

Mappatura dei Distretti

Sistemi valutativi tradizionali della domanda

L'economia dei trasporti ha sviluppato metodologie e parametri atti a valutare quantitativamente e qualitativamente la domanda di trasporto, sia di merci che di passeggeri.
Relativamente al trasporto merci principali sistemi tradizionali di valutazione della domanda di trasporto sono:
· Approccio Macroeconomico
· Matrice input/output
· Statistiche del Trasporto merci
· Modal Split

Contraddizioni dell’approccio tradizionale

L'apparato conoscitivo per l'analisi della domanda di trasporto è diventato rapidamente obsoleto, infatti le modificazioni strutturali della produzione e dei mercati hanno indotto una variazione delle abitudini di vita e di consumo, cioè degli elementi socioeconomici essenziali per valutare la domanda di trasporto.
I principali fattori strutturali che hanno reso progressivamente obsolete le metodologie impiegate per valutare la domanda di trasporto sono:
a) Modo post-fordista di produzione
b) Inadeguatezza di alcuni Aggregati Macroeconomici
c) Polverizzazione di Carichi e Flussi
d) Disomogeneità dei criteri nella ripartizione modale

Nuovi approcci per la ricerca economica sui trasporti

Considerano le analisi dei flussi di trasporto pre–strutturati: il processo di approvvigionamento, di produzione e di distribuzione inseriti in un’architettura di sistemi e sottosistemi di trasporto, stoccaggio, movimentazione, consegna finale, all'interno dei quali la “ripartizione modale” è funzione dei mercati, sia del trasporto che degli approvvigionamenti e del consumo finale.
La ricostruzione delle diverse “catene” logistiche, infatti, porta a risultati molto più utili delle farraginose indagini o/d sul traffico stradale o ferroviario.
Queste le diverse tipologie di “reti” logistiche presenti sul territorio:
· grandi filiere logistiche
· sistemi logistici d'impresa
· sistemi logistici di grandi imprese di trasporto

Le scelte logistiche delle Imprese

Possiamo indicare alcune possibili tipologie di imprese:
1) Impresa o gruppo di imprese di un distretto parti di una grande filiera logistica (es. componentistica auto, sistema del freddo ecc.)
2) impresa o gruppo di imprese di un distretto facenti parte di un sistema logistico di grande impresa
3) imprese o gruppi di imprese di un distretto che non rientrano nel quadro di grandi filiere o di sistemi di grande impresa.
· Tipologie di scelte logistiche governate altrove
· Tipologie di scelta governate dall'impresa
· Scelte affidate agli interlocutori del trasporto

La localizzazione del Distretto del salotto

Gli Insediamenti Produttivi

Le caratteristiche del Sistema Produttivo

I Modelli produttivi e le Dinamiche Evolutive

Sono stati individuati tre differenti modelli di organizzazione della produzione:
· tutte le fasi del processo produttivo sono eseguite all'interno dell'unità aziendale
· l’impresa terminale si occupa dell’organizzazione degli approvvigionamenti e del controllo di qualità affidando la produzione in larga parte ai terzisti
· il produttore terminale si occupa di taglio, cucito, assemblaggio e controllo, mentre modellazione del poliuretano e preparazione dei fusti sono affidate all’esterno

Le Dinamiche Evolutive del distretto si sviluppano, prevalentemente, per linee interne:
· Il ruolo di Leadership
· La Formazione di Gruppi Industriali
· La Ristrutturazione dei Network
· La forma delle relazioni inter-organizzative

Le Infrastrutture Viarie

Le Infrastrutture Ferroviarie

Le Problematiche Infrastrutturali

Mostra/Nascondi contenuto.
IL PROBLEMA DEL TRASPORTO MERCI NEL DISTRETTO DEL MOBILE IMBOTTITO NELL’AREA DI MATERA: PROBLEMI LOGISTICO-ORGANIZZATIVI E SOLUZIONI RELATORE: CANDIDATO: Prof. Ing. Agostino CAPPELLI Michelangelo MORRONE CORRELATORE: Matricola: 7834 Dott. Ing. Angelo Santo LUONGO Anno Accademico 2000/2001 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELLA BASILICATA FACOLTA’ DI INGEGNERIA Corso di Laurea in Ingegneria Civile Trasporti Dipartimento di Architettura, Pianificazione ed Infrastrutture di Trasporto

Tesi di Laurea

Facoltà: Ingegneria

Autore: Michelangelo Morrone Contatta »

Composta da 226 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4488 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 15 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.