Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La Turchia nella nuova Eurasia: un approccio geopolitico

La tesi analizza la politica estera della Turchia contemporanea da un punto di vista geopolitico.
Il suo rapporto con i paesi arabi, con l'Asia centrale (detta Eurasia), con i curdi e, per finire, l'annosa questione della sua candidatura all'Unione Europea.

Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione La nostra ricerca si propone di analizzare il cambiamento del ruolo geopolitico della Turchia all’interno del nuovo assetto post-bipolare. Discuteremo l’ipotesi, se la Turchia sia diventata una media potenza in Eurasia e se il suo ruolo regionale abbia assunto una valenza globale. Per la nostra analisi occorre mettere in rilievo due elementi. Primo, la sua accresciuta strategic exposure (esposizione strategica) è valutata sia come un vantaggioso allargamento dello spettro delle opzioni di politica estera sia come nuovi oneri e pericoli cui il paese deve far fronte. Secondo, la valenza globale dell’impegno regionale turco non è apprezzata nello stesso modo da Unione Europea e Stati Uniti. Il nostro compito è di valutare tutti questi aspetti unitariamente per evincere il grado di coinvolgimento dello Stato turco nel nuovo contesto geopolitico. Abbiamo scelto di operare un’indagine geopolitica perché riteniamo che gli Stati-nazione continuino ad essere le unità fondamentali del sistema mondiale e che la competizione basata sul territorio domini, tutt’oggi, gli affari internazionali. In questa competizione, la collocazione geografica rimane uno dei principali punti di partenza per definire la politica estera di uno Stato. Per valutare la posizione attuale e futura della Turchia, seguiremo tre approcci geopolitici (Jean 1995, p.87). Uno è quello storico, e consiste nel ricostruire l’evoluzione della politica estera turca negli ultimi anni in relazione al suo ambiente e alla sua cultura. Il riemergere d’affinità e inimicizie storiche fra le nazioni e dei diritti storici dei vari gruppi etnici dimostrano l’importanza di tale dimensione per lo studio delle Relazioni Internazionali. Un altro metodo d’analisi, che utilizzeremo nella ricerca, tiene conto di alcuni modelli geopolitici. In generale faremo una breve introduzione su com’è cambiata la geopolitica e sull’importanza che ha acquisito nel periodo post-bipolare; in particolare, analizzeremo i modelli di Lacoste, di Cohen, di Brzezinski, di Fukuyama e di Huntington. Le loro indagini, infatti, sono mosse dall’intento di cercare un nuovo paradigma per spiegare gli eventi che si sono succeduti dal 1991 (Hunter 1994, p.120). Un altro approccio di cui ci avvarremo è detto funzionale; in sostanza questo metodo studia il

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Serena Lombardi Contatta »

Composta da 214 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3905 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 14 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.