Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'Unesco e la protezione dell'ambiente e del patrimonio culturale

Dopo una prima parte dedicata all’esame della struttura e del funzionamento dell’Unesco, la seconda parte della tesi esamina i progetti scientifici promossi dall’Organizzazione, finalizzati alla protezione dell'ambiente naturale. La caratteristica comune di questi progetti è l’accoglimento del principio che vede l’ambiente naturale come una realtà sistemica che presenta una struttura, un funzionamento ed una storia proprie e la sua stabilità dipende dal grado di integrazione di questi tre elementi.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 INTRODUZIONE L’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’educazione, la scienza e la cultura (UNESCO) è un istituto specializzato dell’ONU sorto nel 1945 al fine di promuovere la cooperazione internazionale nel campo scientifico culturale ed educativo. Terminato il secondo conflitto mondiale alcuni Paesi, inizialmente soprattutto europei, decisero di costituire un ente internazionale permanente per impedire che si ricreassero quei sentimenti di ostilità tra i popoli che avevano portato, attraverso la negazione dei principi democratici dell’uguaglianza, della dignità e del reciproco rispetto degli uomini, allo scoppio della guerra. Nel Preambolo dell’Atto istitutivo dell’UNESCO si legge “dato che le guerre cominciano nelle menti degli uomini, è nelle menti degli uomini che le difese della pace devono essere innalzate”. Lo scopo dell’Organizzazione, in base all’art.1 del suo Atto istitutivo, è, dunque, di contribuire alla pace ed alla sicurezza internazionali promuovendo la collaborazione tra le Nazioni attraverso l’educazione, la scienza e la cultura. Per realizzare questi obiettivi l’UNESCO si propone di dare nuovo impulso, da un lato all’educazione popolare e, dall’altro alla diffusione delle conoscenze scientifiche e culturali assicurando la conservazione di libri, opere d’arte, monumenti e lo scambio internazionale di specialisti e scienziati.

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Manuela Adinolfi Contatta »

Composta da 140 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 11835 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 24 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.