Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Musica e Storia nel pensiero di Nietzsche

La concezione della musica e le riflessioni sulla storia del primo Nietzsche vengono indagate a partire dal fenomeno dell'Estasi, così come viene illustrato da Schopenhauer, e nella versione articolata del simbolismo apollineo-dionisiaco. In quanto modi dell'estasi l'apollineo e il dionisiaco caratterizzano pariteticamente anche l'orizzonte della musica determinandone la caratterizzazione metafisica. Il passaggio all'analisi della ''Terza Inattuale'' avviene sempre sul terreno dell'estasi, in base ad una visione della storia intesa come apertura dell'individuo, ad una concezione del tempo non lineare, astorico. La determinazione della figura chiave del Genio affonda le radici nella stessa musica intesa quale realtà indipendente, mondo nel mondo.

Mostra/Nascondi contenuto.
iv Prefazione L’ipotesi che orienta il presente studio, rivolto es- senzialmente agli scritti nietzscheani che gravitano nel- l’orbita della Nascita della tragedia, interessa il rap- porto musica-storia. La scelta e la delimitazione del campo di indagine, che si presenta di per sØ articolato e complesso, non sottrae questi lavori, distribuiti in un arco di tempo di poco piø di due anni, alla riverberazio- ne retroattiva di opere successive. Pur obbedendo al ten- tativo di rendere piø agevoli i percorsi che caratteriz- zano questa fase, tali ’rifrazioni’ non tendono tuttavia a privilegiare, semplicisticamente, le anticipazioni del- la sintesi matura. L’intento di questo far luce si sotto- mette piuttosto alla prescrizione di assumere il perime- tro tracciato dal primo Nietzsche, considerato sotto mol- ti aspetti una sorta di limbo filosofico, anche nei suoi elementi spuri e problematici, nella provvisoriet delle sue formulazioni e degli artifici contingenti. Con inten- zioni analoghe, sempre dirette a trattenere e a dar voce all’elemento transitorio, si vuole in qualche modo mette- re da parte l’analisi cronologica e particolareggiata per cogliere la Nascita della tragedia in un’ottica che la vede dilatata e trasfigurata nello spessore degli appunti e degli studi preparatori. Anche se gi ad un esame su- perficiale paiono esposte ad esiti contraddittori, queste indicazioni generiche sono mosse dall’esigenza primaria di aprire sentieri interpretativi che la sintesi formale

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Felice Arlotta Contatta »

Composta da 247 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 17484 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.