Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Analisi delle tematiche famiglia - minore - educatore nella rivista Animazione Sociale negli anni 1996-2000

Rassegna del quinquennio editoriale 1996-2000 della rivista “Animazione Sociale”.
Lavoro elaborato secondo due tappe. Prima: analisi di tutti gli argomenti affrontati dalla rivista; seconda: lettura e rielaborazione dei tre temi portanti: FAMIGLIA – EDUCATORE – MINORE.
Tesi suddivisa in due grandi sezioni:FAMIGLIA e EDUCATORE-MINORI.
Percorso della tesi originale avendo trattato, in maniera trasversale, i tre temi portanti degli ultimi cinque anni, grazie al metalivello con cui la rivista si presenta: è evidente, infatti, un continuo rilancio circolare dalla riflessione teorica agli approcci pratici, concretamente visti e vissuti da operatori sociali attivi su tutto il territorio nazionale.
Per quanto riguarda la famiglia si parla continuamente di una notevole trasformazione della stessa da un punto di vista strutturale, data la sempre maggiore presenza di nuovi nuclei familiari.
In ogni modo il mondo del sociale si sta spendendo, da un po’ di tempo a questa parte, per inserirla in un sempre più indispensabile lavoro di rete, considerando la stessa come RISORSA da coinvolgere e valorizzare nel miglior modo possibile.
Viste le difficoltà attraversate negli ultimi anni proprio dalla famiglia, sembra quasi che tutto il pianeta degli operatori sociali si stia muovendo per colmare i vuoti e le richieste d’aiuto della stessa.
Un educatore che sembra fare da collante tra famiglia e figli, entrambi versanti in una situazione di disagio.
L’educazione è cosa di cuore, come sosteneva Don Bosco!

Mostra/Nascondi contenuto.
1 PREMESSA La rivista “Animazione Sociale” nasce a Milano nel 1971 per volontà e desiderio di don Aldo Ellena. “Un uomo con il senso del limite e la capacità di sognare, animato da un’implacabile passione progettuale”, così lo descrive chi lo ha conosciuto e ha avuto la possibilità di percorrere insieme a lui un pezzo di strada. Proprio da questo suo personale impegno nel sociale, vissuto nel ruolo di osservatore partecipante, ricercatore, promotore di concrete iniziative sul territorio, prende avvio il mensile “Animazione Sociale”, come strumento di formazione per chi opera nel settore. Essa si colloca all’interno del più vasto campo del GRUPPO ABELE, associazione che da trentacinque anni circa è attiva nel territorio sociale nazionale, affrontando le più complesse realtà riguardanti la vita di chi non ha voce: giovani disadattati, tossicodipendenti, malati di AIDS, immigrati, prostitute, barboni, carcerati. Il GRUPPO ABELE abbraccia un ampio settore d’intervento, articolato in: ß ACCOGLIENZA. Racchiude tutta una serie di comunità rivolte a 400 persone circa, tra tossicodipendenti, alcoldipendenti, minorenni …

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze della Formazione

Autore: Myriam Mangiacavallo Contatta »

Composta da 347 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5610 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 6 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.