Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il diritto di interpello nello Statuto dei diritti del contribuente

La tesi, strutturata in 3 capitoli, presenta una descrizione preliminare della Legge n. 212/2000, meglio conosciuta come Statuto dei diritti del contribuente, per poi affrontare nel secondo capitolo la disciplina del diritto di interpello ante-Statuto (Interpello Speciale, disapplicativo, speciale per i non residenti, attività di consulenza giuridica). Il capitolo conclusivo descrive la disciplina dell'Interpello Ordinario (Legge 212/00, D.M. aprile 2001 e Circolare Agenzia delle Entrate n. 31/01) ponendo in risalto le principali differenze con le altre fattispecie.

Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione Con riguardo all’evoluzione che in questi anni sta caratterizzando l’Amministrazione finanziaria del nostro Paese, non poteva essere trascurata la legge n. 212 approvata il 27 luglio 2000, con la quale si è introdotto lo Statuto dei diritti del contribuente. Il complesso di principi e di valori, che vengono così solennemente riconosciuti, sono destinati a cambiare in modo rilevante il rapporto tra Fisco e contribuenti, stabilendo precisi doveri e diritti in nome di un ritrovato spirito di collaborazione. Nel presente lavoro si cercherà di attribuire il dovuto rilievo a questa nuova legge, che costituisce la base di interpretazione di tutta la normativa tributaria, passata e futura, affrontando in particolare l’istituto dell’interpello generalizzato, che ne rappresenta la novità più rilevante. Così, nel primo capitolo, si analizzeranno i singoli articoli dello Statuto dei diritti del contribuente, partendo da quelli di carattere generale, passando per le disposizioni rivolte all’Amministrazione finanziaria, per poi concludere con gli strumenti dedicati all’esercizio della tutela da parte del contribuente e con le disposizioni residuali. Con il secondo capitolo si introdurrà il tema dell’interpello del contribuente dedicando il dovuto spazio all’esposizione degli istituti esistenti nell’ordinamento tributario prima dell’emanazione dello Statuto, precisamente il tax-ruling “speciale”, le istanze ex art. 37-bis,

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Matteo Rosa Contatta »

Composta da 218 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 9494 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 55 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.