Skip to content

Filtri attivi di potenza per azionamenti con motore asincrono sviluppati in LabView

Informazioni tesi

  Autore: Luciano Manelli
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 1999-00
  Università: Politecnico di Bari
  Facoltà: Ingegneria
  Corso: Ingegneria Elettronica
  Relatore: Antonio Dell'aquila
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 349

Negli ultimi anni l’elettronica di potenza si è sviluppata in parecchi settori grazie al rapido progresso della tecnologia dei dispositivi e al parallelo abbattimento dei costi.
Congiuntamente al crescente impiego di tali sistemi di potenza ha assunto maggiore importanza il problema dell’inquinamento armonico delle reti elettriche. Infatti, lo sviluppo di carichi non lineari sia a livello industriale, quali forni ad arco, raddrizzatori e reti di calcolatori, sia a livello domestico, quali televisori, elettrodomestici e personal computer, ha contribuito alla degradazione della cosiddetta “Power Quality”, introducendo variazioni di frequenza, di tensione e di corrente nei sistemi elettrici di distribuzione dell’energia.
Ovviamente, i principali problemi derivano da quei carichi che maggiormente deformano le forme d’onda della rete di distribuzione e che, quindi, maggiormente contribuiscono all’aumento di armoniche indesiderate: essi sono gli azionamenti elettrici a velocità variabile, il cui utilizzo si è evoluto grazie alla loro robustezza e versatilità.
Per porre rimedio a tali problemi si utilizzano, in ambito industriale, tecniche di filtraggio attivo o passivo: ultimamente ci si sta indirizzando verso i primi soprattutto per la maggiore capacità e completezza di filtraggio. L’interesse principale dei filtri attivi è nella ricerca di tecniche di controllo che consentano di poter riprodurre forme d’onda caratterizzate da picchi ed elevate pendenze.
Lo scopo del seguente lavoro è quindi la realizzazione di un tool software che consenta l’acquisizione, l’analisi e la simulazione del filtraggio di forme d’onda distorte: l’elemento di novità consiste nell’usare i controlli di corrente in retroazione per forme d’onda generate da azionamenti elettrici a velocità variabile.
Lo studio delle forme d’onda reali rende necessario l’utilizzo di uno strumento di acquisizione, che consenta il monitoraggio delle grandezze in esame.
Il tool è quindi realizzato in ambiente LABVIEW della National Instruments, che introduce il concetto innovativo di strumento virtuale (V I), il cui scopo è l’implementazione di uno strumento reale su un computer general-purpose. Il pregio di questo sistema di acquisizione-programmazione consiste nell’uso di un linguaggio grafico immediato (linguaggio G) per creare programmi similmente distribuiti come flow-chart e nello sviluppo di algoritmi di controllo che rispecchiano l’implementazione pratica su microprocessore .
Nel presente lavoro LABVIEW è stato utilizzato sia per l’acquisizione dei dati che per l’analisi del loro comportamento, attraverso l’azione simulata di filtraggio di tipo attivo tramite differenti tecniche di controllo.
Dopo una panoramica iniziale sui sistemi di filtraggio di tipo attivo e passivo, in cui si effettuano confronti e si sottolinea la superiorità del primo tipo di filtraggio rispetto al secondo (capitolo I), verrà analizzato il sistema costruito per l’acquisizione della forme d’onda (capitolo II). Nel III capitolo sarà studiato l’insieme dei blocchi costituenti il sistema di controllo, in cui alloggiano i tre controllori implementati e che sono singolarmente analizzati nei capitoli successivi. Nei diversi blocchi sono inclusi anche quelli che consentono l’analisi spettrale e della frequenza di commutazione. Nei tre capitoli successivi saranno analizzati i controlli usati per pilotare gli interruttori dell’inverter nell’applicazione del filtraggio attivo, che in ordine di presentazione sono: controllo a isteresi (capitolo IV), controllo dead-beat (capitolo V) rappresenta l’argomento più innovativo con cui si è partecipato all’EuroPES 2001 (IASTED Internetional Conference/Power and Energy Systems) con l’articolo : “A Novel Dead-beat Current Control for Shunt Active Power Filters”), controllo con regolatori standard (capitolo VI). Per ogni controllo sarà effettuata l’analisi teorica, analizzata l’implementazione e visualizzati e commentati i risultati simulativi. Nell’ultimo capitolo (capitolo VII) saranno effettuati dei confronti sui parametri qualitativi e tratte le conclusioni.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
SISTEMI DI COMPENSAZIONE DI POTENZA DI TIPO ATTIVO PER AZIONAMENTI CON MOTORE ASINCRONO SVILUPPATI IN AMBIENTE LABVIEW INTRODUZIONE Negli ultimi anni l’elettronica di potenza si è sviluppata in parecchi settori grazie al rapido progresso della tecnologia dei dispositivi e al parallelo abbattimento dei costi. Congiuntamente al crescente impiego di tali sistemi di potenza ha assunto maggiore importanza il problema dell’inquinamento armonico delle reti elettriche. Infatti, lo sviluppo di carichi non lineari sia a livello industriale, quali forni ad arco, raddrizzatori e reti di calcolatori, sia a livello domestico, quali televisori, elettrodomestici e personal computer, ha contribuito alla degradazione della cosiddetta “Power Quality”, introducendo variazioni di frequenza, di tensione e di corrente nei sistemi elettrici di distribuzione dell’energia. Ovviamente, i principali problemi derivano da quei carichi che maggiormente deformano le forme d’onda della rete di distribuzione e che, quindi, maggiormente contribuiscono all’aumento di armoniche indesiderate: essi sono gli azionamenti elettrici a velocità variabile, il cui utilizzo si è evoluto grazie alla loro robustezza e versatilità. Per porre rimedio a tali problemi si utilizzano, in ambito industriale, tecniche di filtraggio attivo o passivo: ultimamente ci si sta indirizzando verso i primi soprattutto per la maggiore capacità e completezza di filtraggio. L’interesse principale dei filtri attivi è nella ricerca di tecniche di controllo che consentano di poter riprodurre forme d’onda caratterizzate da picchi ed elevate pendenze. Lo scopo del seguente lavoro è quindi la realizzazione di un tool software che consenta l’acquisizione, l’analisi e la simulazione del filtraggio di forme d’onda distorte: l’elemento di novità consiste nell’usare i controlli di corrente in retroazione per forme d’onda generate da azionamenti elettrici a velocità variabile.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

inverter
pwm
rectifier
shunt
elettronica di potenza
power quality
filtri di potenza
sistemi di filtraggio
power filter

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi