Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

I generi comunicativi del Web

Presenta un'applicazione del metodo sociosemiotico al Web. I generi comunicativi vengono utilizzati come chiave di lettura per interpretare il tipo di conoscenza, di individuo e di società che Internet e il Web contribuiscono a creare.
Attraverso i concetti di psicotecnologia, di intelligenza connettiva e collettiva di Levy e De Kerckhove, attraverso il modello dello spazio antropologico e i metodi della Network analysis viene proposto un modello di influenza dei mass media sulle culture umane (McLuhan, Innis). Si esamina il web come medium di massa (McQuail, Wolf e Thompson). La ricerca empirica presenta un'analisi sociosemiotica dei cataloghi (directory) dei portali generalisti italiani, ottenuta attraverso l'analisi del contenuto e interpretata con le nozioni di discorso sociale di Semprini e Landowski, seguendo l'orientamento sociosemiotico di C.S. Peirce.
Si ipotizza l'esistenza di un influenza di un grande genere (Time-in culture), su indicazione di Jensen e si utilizza l'approccio statunitense (Yates e Orlikowski) allo studio della comunicazione organizzazionale.

Mostra/Nascondi contenuto.
4 INTRODUZIONE L’introduzione nelle società occidentali della tecnologia Internet e la crescita vorticosa della sua applicazione più diffusa, il Web, sono, diventate, ormai, materia di pubblico dibattito. Gli analisti di diversi ambiti disciplinari, con le competenze più svariate, si candidano a diventare degli esperti di questo nuovo fenomeno, in quanto la multidimensionalità del fenomeno considera pertinenti contributi provenienti da discipline fra loro assai diverse. L’unico punto che possa accomunare i contributi delle diverse discipline è l’oggetto di studio. Se vogliamo analizzare il Web nei suoi vari aspetti, dovremo considerare come pertinenti sia riflessioni e contributi di tipo ingegneristico e informatico, che analizzano Internet in quanto tecnologia di telecomunicazione, sia studi di tipo filologico e linguistico, che mettono in luce le caratteristiche testuali e comunicative del fenomeno in quanto medium di comunicazione. Ho portato l’esempio di questi due ambiti disciplinari che sembrano situarsi agli antipodi, ma non possiamo dimenticare la pertinenza di una miriade di altri approcci, come possono essere quelli psicologici, antropologici, semiologici e soprattutto quelli sociologici, di cui verranno prese in considerazione alcune idee chiave, in particolare nel primo capitolo. Data la multidimensionalità del fenomeno, un approccio pluridisciplinare è indispensabile. Al fine di svolgere delle analisi del Web, dei suoi vari aspetti ed anche al fine di acquisire le abilità necessarie a produrre materiale per il Web, è necessaria la formazione di figure professionali che contemplino, nel curriculum di studi, l’apertura a varie discipline. La complessità del fenomeno è, quindi, elevata, così come lo è la complessità della nostra società. A conferma di questa complessità, può essere utile citare le parole di quello che è universalmente considerato il fondatore del Web, Tim Berners Lee [1999: 133], fisico del Cern di Ginevra : “The Web is more a social creation than a technical one…to help people work together. The dream of people to people communication through shared knowledge must be possible for groups of all sizes, interacting electronically with as much ease as they do now in person”. Lo stesso fondatore, quindi, rivendica l’essenza del Web come strumento di socialità, che permetta agli uomini di comunicare in virtù di conoscenze condivise, e conferma, implicitamente la complessità del fenomeno, che, da infrastruttura tecnologica, diviene un facilitatore degli scambi sociali e un modo di condivisione della conoscenza. La complessità del fenomeno è accresciuta dalla crescita del Web stesso, che segue una curva esponenziale. Gli stessi strumenti che lo caratterizzano si

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Nicola Cavalli Contatta »

Composta da 146 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2430 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 6 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.