Skip to content

Tecniche di compressione di segnali audio: modello psicoacustico per Mpeg 1 layer III mediante MatLab

Informazioni tesi

  Autore: Alberto Pagano
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 1999-00
  Università: Università degli Studi di Messina
  Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali
  Corso: Informatica
  Relatore: Luigia Puccio
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 150

Con la nascita dell’elettronica, si è capito ben presto che le potenzialità dei sistemi digitali sarebbero state enormi e che avrebbero segnato una transizione profonda tra le scomode tecniche manuali e la odierna tecnologia digitale.
Il percorso di clonazione, che ha interessato per prima la scrittura (si pensi alle prime macchine da scrivere digitali), si è in seguito subito esteso agli altri mezzi di comunicazione.
Il recente sviluppo delle tecnologie digitali ha reso possibile l'utilizzo delle tecniche di compressione audio e video nelle telecomunicazioni (teleconferenza, video telefonia, ecc.). Di conseguenza, la standardizzazione delle tecniche di compressione è diventata un problema di principale importanza, poiché soltanto in questo modo è possibile ridurre gli alti costi delle apparecchiature di compressione immagini e risolvere il problema dell'interfacciamento tra apparecchiature realizzate da costruttori diversi, favorendo così la diffusione di questo tipo di dati. La definizione di un efficace algoritmo di compressione per sequenze audio/video permette infatti di ridurre la mole di dati originaria a valori ragionevoli, che sono più facilmente gestibili dagli attuali mezzi di trasmissione e di memorizzazione.
Per questi motivi l'ISO (International Organization for Standardization) si è assunta il compito di sviluppare uno standard per la memorizzazione di video digitali, e dell'audio ad essi associato, su dispositivi come CD-ROM, DAT, nastri magnetici, dischi ottici, ecc. e per la trasmissione di questi video nei vari canali di telecomunicazione (reti ISDN, LAN, MAN, ecc.). Nasce, così, nel 1988, in seno all'ISO il gruppo dal nome MPEG, (Moving Pictures Expert Group). Scopo di questo gruppo è specificare e standardizzare schemi di codifica a basso bit-rate, sia audio che video, mirando ad elevata qualità e alla trasparenza rispetto all'utente finale.
In questo lavoro la mia attenzione si è rivolta principalmente alla parte Audio dello standard, il cosiddetto formato MP3.
Il fenomeno Mp3 ha conquistato il successo grazie alle superbe prestazioni e alla gratuità della tecnologia impiegata. I dati forniti dal consorzio MPEG in tal senso sono sconcertanti: fino a 15 ore di audio in qualità CD e fino a 60 ore di parlato su singolo CD-ROM. Queste caratteristiche hanno dato il via a tutta una serie di applicazioni, tra le quali spicca la distribuzione via Internet di intere tracce audio in qualità CD. Per dare un’idea, secondo studi sul numero di download dei player, pare che il numero di utenti sparsi per il mondo superi ormai il milione. Hotbot fornisce un elenco di oltre 15000 siti contenenti musica sotto forma di MP3, della quale la maggioranza dei visitatori proviene dagli USA, seguiti da quelli di Giappone, Canada, Svezia e Inghilterra, mentre l’Italia è comunque nei primi dieci-dodici paesi. Questa è la situazione attuale in attesa di una legge europea specifica sul diritto d’autore che salvaguardi gli interesse dei detentori di copyright, ma anche quelli delle industrie e dei consumatori.
Essendo un utente di Internet, queste considerazioni hanno attirato la mia attenzione è da qui la decisione di studiare il formato MP3 nei suoi aspetti tecnici.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
,QWURGX]LRQH &RQODQDVFLWDGHOO¶HOHWWURQLFDVLq SLWR EHQ SUHVWRFKHOH SRWHQ]LDOLWjGHLVLVWHPLGLJLWDOLVDUHEEHURVWDWH HQRUPLH FKH DYUHEEHUR VHJQDWRXQDWUDQVL]LRQHSURIRQGDWUDOHVFRPRGHWHFQLFKHPDQXDOLHOD RGLHUQDWHFQRORJLDGL WDOH ,OSHUFRUVRGLFORQD]LRQHFKHKDLQWHUHVVDWRSHUSULPDODVFULWWXUD VL SHQVLDOOHSULPH DFFKLQHGDVFULYHUHGLJLWDOL VLqLQVHJXLWRVXELWRHVWHVR DJOLDOWULPH]]LGLFRPXQLFD]LRQH/DFRQYHUVLRQHGTXDOVLDVLIRUPDGL DXGLR PXVLFDVXRQL« HYLGHR IRWRJUDILHILOPDWL« LQ GDWL PHPRUL]]DELOLHG XWLOL]]DELOLGDXQFRPSXWHUKDSHUPHVVRROWUH DOO  SRVVLELOLWjGU RFFDUHSLFFROLHUURULRGLDJJLXQJHUHHIIWWLDUWLILFLDOLDO SURGRWWR JLjILQLWRGLFUHDUHGDOQXOODSHUIHWWHVLQIRQLH FODVVLFKHVWXGL YLUWXDOLHFF« ,OUHFHQWVYLOXSSRGHOOHWHFQRORJLHGL WDOLK UHVRSRVVLELOHO XWLOL]]R GHOOHWHFQLFKHGLFRPSUHVVLRQ DXGLRHYLGHR QHOOHWHOHFRPXQLFD]LRQL WHOHFRQIHUHQ]D YLGHR WHOHIRQLD HFF  'L FRQVHJXHQ]D OD VWDQGDUGL]]D]LRQHGHOOHWHFQLFKHGLFRPSUHVVLRQHqGLYHQWDWDXQSUREOHPD GLSULQFLSDOHPSRUWDQ]DSRLFKpVROWDQWRL TXHVWRPRGRqSRVVLELOHULGXUUH

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

matlab
mp3
mpeg
psicoacustica
compressione di segnali

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi