Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Le nuove vie del Giubileo. Il ruolo delle reti nell'agenzia romana

Il Giubileo del 2000 può essere considerato in tutti i suoi aspetti un grande evento e le attività per la sua preparazione sono state affidate ad un’organizzazione nata ad hoc, l’Agenzia Romana per il Giubileo che, per le sue specificità e caratteristiche, può essere considerata come una concreta manifestazione delle tendenze in corso che caratterizzano le moderne organizzazioni, sempre più immerse nelle logiche delle reti organizzative, tecnologiche e comunicative.
La logica di questo tipo di scelta organizzativa ha come obiettivo la gestione di programmi complessi, formati da progetti molto numerosi, costosi, di grande importanza sociale e di forte impatto urbanistico, e la sostanziale novità risiede nel fatto che mai come in questo caso “la comunicazione tira l’organizzazione”. Infatti, i vantaggi offerti dalle nuove tecnologie dell’informazione e della comunicazione, tra cui la condivisione e lo scambio in tempo reale di informazioni, consentono di creare reti organizzative virtuali tra i diversi soggetti coinvolti nella preparazione dell’evento, in grado di lavorare e cooperare in maniera sinergica ed efficiente per il raggiungimento degli obiettivi preposti, in cui un elevato livello di coordinamento si realizza considerando i processi comunicativi alla base di ogni attività. L'Agenzia Romana per la preparazione del Giubileo è stata quindi costituita per cooperare attivamente, di concerto con le Istituzioni e con i diversi soggetti coinvolti, all'organizzazione e gestione dell'evento coordinando un alto numero di iniziative ed ottenendo un elevato livello di “adattamento” in un contesto organizzativo di tale complessità.
Il presente studio ha sviluppato un’analisi qualitativa e descrittiva di questa organizzazione con l’intento di sottolineare il ruolo assunto dalle reti organizzative, tecnologiche e comunicative, predisposte per garantire la realizzazione di progetti complessi che coinvolgono diversi soggetti pubblici e privati. Il lavoro è stato articolato in due parti. Nella prima, prettamente teorica, si sono individuate le componenti principali di un modello di organizzazione, che incarna le logiche delle reti, in grado di coniugare al meglio le strutture reticolari con l’utilizzo della telematica, e dove i processi comunicativi rappresentano l’elemento trainante dell’intera organizzazione. Nella seconda, interamente dedicata alla ricerca, è stata descritta l’Agenzia per il Giubileo, in termini di obiettivi, struttura ed organizzazione del lavoro, raccontando l’esperienza di ricerca attraverso la realizzazione di un progetto specifico (un vademecum informativo per le persone disabili) all’interno di un gruppo di lavoro.

Mostra/Nascondi contenuto.
-5- Introduzione La comunicazione e le reti nell’organizzazione del grande evento del Giubileo 2000 Quando si parla di “grandi eventi” ci si riferisce ad un insieme di avvenimenti che ricadono in un preciso periodo di tempo, che necessitano di complesse attività per la loro preparazione e che coinvolgono migliaia di persone. I grandi eventi possono essere distinti a seconda della loro tipologia (sportivi come i Mondiali di calcio, culturali come le Esposizioni Universali, religiosi, etc.) e ciò che li rende simili sta nel fatto che alla loro preparazione partecipa un numero infinito di attori, pubblici e privati, religiosi e civili, soggetti economici, realtà industriali, forze culturali, le cui iniziative, tanto diverse ed eterogenee, richiedono un buon coordinamento come condizione essenziale per la loro riuscita. Il Giubileo del 2000 è da considerarsi un grande evento e nessuna definizione per descrivere che cosa sia può essere più appropriata di quella presente nella Lettera Apostolica di Papa Giovanni Paolo II "Tertio Millennio Adveniente": il Giubileo era un tempo dedicato in modo particolare a Dio. Esso cadeva ogni settimo anno, secondo la Legge di Mosè: era "l'anno sabbatico" durante il quale si lasciava

Tesi di Laurea

Facoltà: Sociologia

Autore: Alessio Franco Contatta »

Composta da 258 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 912 click dal 20/03/2004.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.