Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il principio di capacità contributiva ed il reddito d'impresa

Ogni scelta del legislatore in campo fiscale deve sempre tenere conto dei principi costituzionali. Questo, però, non è sempre agevole, perché difficoltà di natura pratica possono talvolta imporre l’uso di strumenti particolari (presunzioni, regimi forfettari, deroghe ai principi base) per la determinazione dei redditi appartenenti alle diverse categorie e tutto ciò può tradursi in una violazione dei principi costituzionali, in particolare, per quello che in questa sede ci interessa, dell’art.53, che pone il fondamento e il limite dell’attività d’imposizione.
Ora, lo scopo del seguente lavoro è quello di analizzare, proprio alla luce dell’art.53 (che sarà trattato nella prima parte del testo), un’importante categoria di reddito, il reddito d’impresa (che sarà trattato invece nella seconda parte), e in particolare di verificare che i principi base, le deroghe e le norme agevolative, oltre che alcune situazioni particolari, rispettino sempre il principio di capacità contributiva (di tale verifica mi occuperò nella terza parte del testo).

Mostra/Nascondi contenuto.
1 Introduzione Ogni scelta del legislatore in campo fiscale deve sempre tenere conto dei principi costituzionali. Questo, pero’, non e’ sempre agevole, perche’ difficolta’ di natura pratica possono talvolta imporre l’uso di strumenti particolari (presunzioni, regimi forfettari, deroghe ai principi base) per la determinazione dei redditi appartenenti alle diverse categorie e tutto cio’ puo’ tradursi in una violazione dei principi costituzionali, in particolare, per quello che in questa sede ci interessa, dell’art.53, che pone il fondamento e il limite dell’attivita’ d’imposizione. Ora, lo scopo del seguente lavoro e’ quello di analizzare, proprio alla luce dell’art.53 (che sara’ trattato nella prima parte del testo), un’importante categoria di reddito, il reddito d’impresa (che sara’ trattato invece nella seconda parte), e in particolare di verificare che i principi base, le deroghe e le norme agevolative, oltre che alcune situazioni particolari, rispettino sempre il principio di capacita’ contributiva (di tale verifica mi occupero’ nella terza parte del testo).

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Domiziana Scozzari Contatta »

Composta da 99 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 8541 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 13 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.