Skip to content

Processi di poleogenesi in area peloponnesiaca

Informazioni tesi

  Autore: Nicola Pallecchi
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 1999-00
  Università: Università degli Studi di Siena
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Lettere
  Relatore: Mauro Moggi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 191

La tesi affronta il problema inerente ai processi sinecistici che in epoca arcaica o classica hanno portato alla formazione delle città-stato in Grecia. Nella prima parte ho preso in considerazione quattro casi particolari di sinecismi verificatisi nell'area del Peloponneso: Mantinea in Arcadia, Elide nell'Elide, Dime e Patre in Acaia. Nella seconda parte ho spostato l'attenzione sui processi sinecistici che hanno portato alla formazione di poleis come Atene, Argo e Corinto. Nelle aree peloponnesiache l'evoluzione è stata lenta rispetto al momento di unificazione e si sono avuti sinecismi fisiologici, soprattutto di carattere urbanistico-demografico che rappresentavano lo sbocco naturale di una comunità verso lo stato cittadino. Nelle altre aree invece l'evoluzione verso la città-stato è stata più rapida e all'atto di fondazione statale si è accompagnato spesso un graduale processo urbanistico, in cui il centro urbano, sede della nuova formazione statale è riuscito a evolversi rapidamente per le dimensioni e le funzioni svolte. La differenza principale che pare emergere dalla trattazione riguarda il momento di unificazione di villaggi e la creazione del centro urbano: nei sinecismi peloponnesiaci abbiamo spesso una situazione di villaggi sparsi in tutto il territorio i quali poi, per volontà umana o per un processo naturale, si sono uniti dando vita ad un centro urbano già dotato in qualche misura di funzioni politico-amministrative; negli altri sinecismi invece gli scavi hanno messo in luce un nucleo insediativo centrale, un insediamento katà komas che darà vita in seguito al futuro centro urbano, il quale ha provveduto poi ad una successiva incorporazione degli insediamenti rurali sparsi nella chora circostante.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
5 IL SINECISMO DI MANTINEA Il territorio Mantinea occupa la parte più importante della moderna valle di Tripoli, il settore centrale dell’Arcadia orientale, mentre a sud si trova la città di Tegea. La pianura più estesa del suo territorio copre, da nord a sud, tredici chilometri, e, da est a ovest, dai quattro ai sette chilometri, ai quali sono da aggiungere piccole pianure separate da linee montuose. Al centro del territorio, la lunga pianura che si estende dalla frontiera tegeate alla catena montuosa dell’Anchisia e al monte Lyrkeion è divisa dalla punta del monte Alesio in due distretti, che separava un fossato (tavfroς ) 1 : quello del nord, comprendente la capitale e i villaggi di Melangeia e Maira, più vasto e con migliori difese, e quello del sud, meno ampio territorialmente e più vulnerabile. A nord-est si trova la piana di Nestane, con il villaggio omonimo (615 m), delimitato a nord dal monte Lyrkeion, a ovest dai monti Barberi, l’antico monte Alesio e a sud dal monte Kophinas, che la separa dalla piana di Louka: Nestane comunica con Mantinea attraverso due strade a sud dei due insediamenti. A sud della piana di Nestane si trova la piana di Louka, delimitata a nord dai monti Kophinas e Artemisio, a est dallo Ktenias, a sud da un altopiano carsico e ad ovest dalla catena del Krobriza o Kapnistra: l’accesso alla valle di Mantinea è situato nella parte nord-ovest. Le frontiere del territorio mantineese sono spesso indicate con precisione da Pausania, che descrive la regione attraverso itinerari che, 1 Polyb., 11, 11, 6.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

acaia
arcadia
chora
demo
kome
peloponneso
polis
sinecismo
storia della grecia
storia antica
grecia antica
città stato
storia greca

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi