Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Conoscenza e processi di knowledge management all'interno delle organizzazioni: un'analisi teorico-empirica

Questa tesi prende in esame due concetti oggi molto considerati e studiati anche nelle loro implicazioni, soprattutto all'interno delle organizzazioni economiche, mi riferisco alla conoscenza e al Knowledge Management. Si può affermare, a ragion veduta, che la conoscenza rappresenta uno dei più importanti fattori per la creazione ed il mantenimento di un vantaggio competitivo sostenibile.
La tesi è stata suddivisa in due parti, oltre a quella breve dedicata alle conclusioni. Nella prima s'illustra un'analisi teorica di questi concetti, mentre nella seconda si espone un'analisi empirica.
All'interno della prima parte ho voluto introdurre e analizzare soprattutto il concetto di conoscenza, che sarà al centro di tutto il lavoro e intorno al quale si è poi sviluppata la nuova disciplina del Knowledge Management. Per fare questo, ho cercato di presentare un quadro teorico di riferimento che, in base a quanto incontrato in letteratura, fosse il più completo possibile e che avesse anche una sua coerenza interna. Ho creduto, infatti, che fosse molto importante impostare il lavoro su solide e ragionate basi teoriche, in modo che la presentazione degli argomenti mantenesse una sua unitarietà logica lungo tutto il corso del lavoro. I concetti approfonditi in questa prima parte sono: dati, informazioni e conoscenza, sistema dei valori ed esperienza, ''constructionist perspective'', una tassonomia di alcune possibili categorie della conoscenza, il processo di creazione e quello di codificazione della conoscenza, la rilevazione e la rappresentazione della conoscenza, distinzione tra conoscenza tacita e conoscenza esplicita
Per quanto riguarda invece la parte della tesi dedicata al processo di creazione della conoscenza, si prenderà in esame il rinomato modello S.E.C.I. sviluppato da Nonaka e Takeuchi, che spiega come nasce e si sviluppa questo processo, considerando le sue dimensioni epistemologiche, ontologiche, le condizioni che lo ostacolano e quelle che al contrario lo favoriscono. Si cercherà quindi di evidenziare come un processo di creazione della conoscenza e il suo successivo sviluppo possano essere fortemente influenzati dal contesto all'interno del quale si opera, dimostrando la grande importanza che questo tema, e in particolare l'aspetto culturale, hanno ormai assunto, non solo per consentire un'analisi approfondita di queste tematiche, ma anche e soprattutto nella pratica quotidiana. Si accenneranno brevemente anche quelle che ho individuato essere le principali modalità di acquisizione della conoscenza per un'organizzazione (acquisizione, consulenza…).

Dopo questi capitoli teorici, prettamente focalizzati sul concetto di conoscenza, si farà una breve presentazione del Knowledge Management, dandone una definizione chiara, sintetica, e soprattutto coerente con quanto scritto fin lì riguardo alla conoscenza. Se ne illustreranno poi alcuni dei suoi principali aspetti, con particolari riferimenti alle possibili implementazioni dei sistemi di Knowledge Management e alla tecnologia. In ogni caso il tentativo in questa parte è di focalizzare bene l'attenzione sugli elementi e sulle implicazioni fondamentali del Knowledge Management per un'organizzazione.
Dopodiché, comincia la parte pratica del lavoro, che si basa sull'analisi dei responsi ottenuti da un questionario che ho diffuso all'interno di alcune grandi società internazionali di consulenza di servizi professionali alle imprese. In un breve capitolo, ho quindi illustrato le motivazioni che mi hanno spinto a scegliere il questionario come strumento operativo di analisi (accompagnato anche da alcuni colloqui che ho avuto con alcuni rappresentanti di queste imprese), e le ipotesi su cui ho poi costruito le domande. Saranno infine proposti un'analisi delle risposte pervenute, e poi un ulteriore approfondimento di queste sulla base di un particolare parametro: ovverosia i mesi trascorsi all'interno dell'attuale società delle persone che hanno risposto al questionario, per verificare se potessero sorgere differenze di opinioni rilevanti rispetto alle persone con una minore permanenza all'interno dell'impresa.
In ultimo, si faranno le considerazioni finali, in cui tenterò di sintetizzare il più coerentemente possibile, i passi fondamentali della parte teorica con i risultati cui sono pervenuto nella parte pratica mettendo in evidenza gli elementi a mio avviso più significativi.

Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE Questa tesi prende in esame due concetti oggi molto considerati e studiati anche nelle loro implicazioni, soprattutto all'interno delle organizzazioni economiche, mi riferisco alla conoscenza e al Knowledge Management. Le motivazioni che mi hanno spinto ad affrontare questi argomenti sono più che altro legate alla curiosità di approfondire due tematiche, soprattutto quella relativa alla conoscenza, così apparentemente poco connesse con l'Economia. Durante tutta la preparazione del lavoro ho invece avuto modo di verificare quanto siano strettamente interrelate una con l'altra e quanto siano diventati estremamente importanti per qualsiasi tipo di organizzazione, pubblica o privata che sia. Si può affermare, a ragion veduta, che la conoscenza rappresenta uno dei più importanti fattori per la creazione ed il mantenimento di un vantaggio competitivo sostenibile. La tesi è stata suddivisa in due parti, oltre a quella breve dedicata alle conclusioni. Nella prima s'illustra un'analisi teorica di questi concetti, mentre nella seconda si espone un'analisi empirica. All'interno della prima parte ho voluto introdurre e analizzare soprattutto il concetto di conoscenza, che sarà al centro di tutto il lavoro e intorno al quale si è poi sviluppata la nuova disciplina del Knowledge Management. Per fare questo, ho cercato di presentare un quadro teorico di riferimento che, in base a quanto incontrato in letteratura, fosse il più completo possibile

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: oreste Andrea Scarpino Contatta »

Composta da 224 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 6523 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 26 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.