Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Amleto: so tell him the rest is silence

L'Amleto per tutto il diciannovesimo secolo è stato considerato il lavoro più significativo dell'era romantica: il conflitto tra contemplazione e azione. Condensa in sé, nella sua enigmatica ma assai eloquente inazione, tutta la crisi spirituale di un'epoca che volge a termine; dall'altra è simbolo, con le sue intime e personalissime ragioni, dell'uomo eternamente in lotta con le antinomie della morale e con la necessità di scegliere ogni giorno il proprio agire. L'inazione del principe non è più concepita come manifestazione psicologica, ma verrà a trovarsi strettamente legata alla scoperta del complesso di Edipo.

Mostra/Nascondi contenuto.
introduzione 2 Words, words, word… (II, 2, v. 193) The rest, is silence. (V, 2, v. 363) La sopravvivenza delle opere di Shakespeare al logorio del tempo e della storia, celebrata come controprova dell’immortalità della vera Arte è dovuta ad una secolare impresa d’innumerevoli studi e idealizzazione. Nel corso di tutto il diciannovesimo secolo e all’inizio del ventesimo, l’Amleto è stato considerato il lavoro più significativo e importante dell’era romantica: il conflitto tra azione e contemplazione. Da una parte condensa innegabilmente in sé, nella sua enigmatica ma assai eloquente inazione, tutta la crisi spirituale di un’epoca che volge al termine; dall’altra è il simbolo, con le sue intime e personalissime ragioni, dell’uomo eternamente in lotta con le antinomie della morale e con la necessità di scegliere ogni giorno il proprio agire. Nessun altro dramma ha analizzato i paradossi di azione e pensiero con tanta

Tesi di Laurea

Facoltà: Lingue e Letterature Straniere

Autore: Enza Isernia Contatta »

Composta da 155 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5229 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.