Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il collegio sindacale dopo la riforma Draghi

Questa tesi approfondisce il tema relativo al collegio sindacale delle società quotate in borsa dopo la riforma Draghi.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 1 INTRODUZIONE 1.1 GLI INTERESSI TUTELATI DAL COLLEGIO SINDACALE Una trattazione sul collegio sindacale non può essere affrontata senza aver fatto chiarezza, prima di tutto, sul ruolo che esso debba ricoprire all’interno dell’organizzazione societaria. In effetti, se si esamina la disciplina legislativa e ci si domanda quali siano gli interessi affidati alla sua tutela, la risposta appare tutt’altro che agevole. A prima vista, la presenza di un organo interno di controllo parrebbe rispondere ad un’elementare esigenza organizzativa delle società azionarie. In questo tipo di società, caratterizzato dalla presenza tendenziale di un elevato numero di soci e da una rapida circolazione delle partecipazioni, l’azionista non solo è privato di un potere di gestione dell’impresa (istituzionalmente attribuito agli amministratori), ma vede fortemente circoscritto anche il diritto di controllare l’operato di questi ultimi, dal momento che l’esercizio indiscriminato di tale diritto recherebbe intollerabili inconvenienti nel funzionamento della società. L’istituzione di un organo ristretto deputato a controllare continuativamente la correttezza dell’azione amministrativa sembrerebbe rispondere, dunque, alla coerente idea di un meccanismo tutorio rigorosamente interno, predisposto in chiave sostitutiva di quel controllo individuale di cui l’azionista deve essere necessariamente espropriato: consequenziale alla premessa è la conclusione che il collegio sindacale sia un organo preposto alla tutela dei diritti degli azionisti tutti. 1 Una variante di quest’impostazione è quella che vede nelle minoranze i soggetti protetti dal controllo sindacale e ciò in base al rilievo che gli

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Andrea Paieri Contatta »

Composta da 147 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5515 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 22 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.