Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Sicurezza e comunità: il vigile di quartiere

La storia della Vigilanza Urbana in connessione con la storia di Milano a partire dalla sua fondazione.
Si è trattato il tema della sicurezza e dell'ordine pubblico che ha caratterizzato tutti i periodi storici: in particolare negli ultimi vent'anni è stato oggetto di analisi da parte dei più insigni esperti. L'argomento sicurezza è stato affrontato ponendo l'attenzione al rapporto tra paura e microcriminalità nei quartieri, evidenziando la connessione tra ambiente, degrado, fenomeni sociali e malvivenza. Ciò ha permesso la valutazione dei più efficaci sistemi di prevenzione per ridurre la paura del cittadino.
Sono stati esaminati i modelli assunti nelle città di New York e Lione, al fine di esporre un quadro conoscitivo dei metodi adottati nella lotta contro la criminalità e gli effetti di ciò sui cittadini.
Si è analizzata la figura del Vigile di Quartiere a Milano descrivendo questa figura nel contesto e nei ruoli ad essa attribuibili al fine di delinearne le funzioni e i comportamenti

Mostra/Nascondi contenuto.
6 CAPITOLO 1 STORIA DELLA POLIZIA MUNICIPALE DI MILANO . ( LE ORIGINI ) PREFAZIONE La polizia municipale di Milano, denominata anche Vigilanza Urbana, ha origini molto antiche: LA VIGILANZA URBANA: ( da “ vigilare “ che in latino significa Controllare, curare, difendere ) URBANA: ( da “ urbe “ che in latino significa città ) Non è una Istituzione recente per Milano. Nelle pagine che seguono percorreremo la storia della metropoli nelle sue fasi più significative.

Tesi di Laurea

Facoltà: Sociologia

Autore: Vittoria Sollima Contatta »

Composta da 188 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3878 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 25 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.