Skip to content

La questione irlandese sui quotidiani inglesi degli ultimi vent'anni

Informazioni tesi

  Autore: Daniela Cipollone
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 1994-95
  Università: Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano
  Facoltà: Lingue e Letterature Straniere
  Corso: Lingue e Letterature Straniere
  Relatore: Annalisa Carlotti
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 220

Dopo un'introduzione storica, la mia tesi di laurea si occupa di analizzare da un punto di vista particolare la questione irlandese, ossia cerca di capire qual è stato l'atteggiamento della stampa inglese di qualità (cioè quella rivolta a lettori di livello culturale medio-alto) nei confronti degli avvenimenti nordirlandesi.
In fondo, per gli Inglesi si tratta di una guerra civile e di un qualcosa che può rovinare la loro immagine nel contesto dell'opinione pubblica internazionale, per cui ho ritenuto che fosse interessante osservare il comportamento dei mass media introducendo, nel contempo, il conflitto irlandese a partire dalle sue origini storiche più remote.
Ho preso in considerazione ''The Times'' (espressione per antonomasia del giornalismo britannico di stampo conservatore) e ''The Guardian'' (quotidiano che, fin dalle sue origini, si è proposto quale paladino dell'autogoverno in Irlanda e di stampo più liberale).
Alla fine dello studio, ho potuto concludere che c'è una certa omogeneità nel modo in cui i due quotidiani esaminati hanno trattato questo argomento. Inoltre, si nota spesso una buona dose di superficialità che poggia su una serie di stereotipi. Si fa normalmente leva sui sentimenti di sdegno e di orrore suscitati dagli attacchi terroristici per evitare di andare oltre la facciata e di analizzare con la dovuta compiutezza le cause della violenza.
Attualmente, dopo gli avvenimenti più recenti, la situazione è sensibilmente cambiata. L'inizio concreto del processo di pace nel 1994 ha in parte sovvertito i vecchi schemi interpretativi ed ha riportato in primo piano la questione nordirlandese che, molte volte, aveva rischiato di venire dimenticata.
La tesi è stata discussa il 21 febbraio 1996. In seguito, l’ho aggiornata fino al gennaio 1998.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
5 INTRODUZIONE Dopo il cessate il fuoco proclamato dai terroristi dell’IRA (Irish Republican Army) il 31 agosto 1994, l’Irlanda del Nord è tornata prepotentemente sulla scena internazionale. Il conflitto dell’Ulster, sovente semplificato al livello di una guerra di religione fra cattolici e protestanti, non è generalmente ben conosciuto nelle sue dinamiche interne. Si tratta infatti di una questione dalle molteplici sfaccettature: 1. C’è un problema costituzionale: quale dovrebbe essere il contesto politico per l’Irlanda del Nord? Un’Irlanda unita o appartenenza alla Corona britannica? 2. Ci sono continue sperequazioni nel campo sociale ed economico, soprattutto nel settore dell’occupazione. 3. C’è un problema d’identità culturale e di tradizioni diverse, irlandese ed inglese. 4. C’è chiaramente un problema di sicurezza. 5. C’è una fondamentale questione religiosa. 6. C’è il problema delle relazioni quotidiane fra gli stessi cittadini dell’Irlanda del Nord. Bisogna ripercorrere a ritroso molti secoli di storia per riuscire a capire attraverso quali fatti si è giunti alla situazione attuale e perché. La rinnovata attualità di questo problema, successiva all’inizio del processo di pace nel 1994 e al seguente ed inaspettato risvegliarsi della violenza, ha suggerito l’argomento di questo studio. Nel caso specifico, l’interesse è nato dal desiderio di scoprire fino a che punto la stampa inglese consideri l’Ulster una questione interna, dato che si tratta di un problema come minimo imbarazzante, poiché coinvolge una nazione che si è sempre definita democratica e che occupa una posizione importante in Europa. I giornali sono sicuramente un mezzo efficace per ritracciare l’evoluzione dei problemi storici e quotidiani. Infatti, l’opinione pubblica è fortemente influenzata dai mass media. Ecco perché si è ritenuto interessante analizzare il comportamento presente e passato di questi ultimi. In particolare, l’attenzione è stata centrata sulla stampa, cioè su quel tipo particolare di medium che, a differenza della televisione, permette di riflettere poiché la sua fruizione non è sfuggevole come quella di un

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

adams
guerra civile irlanda
ira
ira irlanda
irlanda
questione irlandese
sinn fein
stampa britannica
terrorismo
the guardian
the times
ulster

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi