Skip to content

La dinamica mente-corpo in gravidanza. Un'indagine empirica su un gruppo di gestanti attraverso il test di Rorschach

Informazioni tesi

  Autore: Antonietta Noto
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2000-01
  Università: Università degli Studi di Palermo
  Facoltà: Scienze della Formazione
  Corso: Psicologia
  Relatore: Maria grazia Scafidi Fonti
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 174

Il lavoro tratta la natura psicosomatica della gravidanza mediante l’utilizzo del test di Rorschach. Il primo capitolo tratta della relazione mente – corpo. E’ stato, dunque, descritto lo sviluppo dell’uomo come un processo ugualmente biologico e psicologico (M. Mahler, D. Anzieu, Bion, Winnicott).
Lo sviluppo dell’uomo porta l’individuo, in condizioni di “normalità”, a vivere nell’armonia dell’integrazione tra gli aspetti corporei e quelli psichici, mentre in condizioni di patologia determina una menomazione e dello sviluppo e della dialettica tra mente e corpo e dunque ad una scissione psico – somatica.
Vengono poi trattate tutte quelle reazioni psicosomatiche che si situano nel percorso che va dalla “normalità” alla patologia psicosomatica, che hanno la caratteristica di essere transitorie e guidate dal meccanismo della regressione.
Concepire la gravidanza come un fenomeno psicosomatico a tutti gli effetti, dove le varie implicazioni psicosociali, fisiologiche ed ormonali hanno tutte la stessa importanza, ci permette di affermare che anche nella gravidanza esiste la possibilità di porsi tra questi due estremi normale e patologico.
Tutte queste variazioni si ripercuotono sul senso d’identità personale della donna, attaccando e accentuando così il suo narcisismo, secondo l’investimento che ella stessa attua sul proprio corpo. E’ a causa di ciò che ella mette in atto una regressione alle prime fasi dello sviluppo.
La funzione del narcisismo è di avvicinare la donna, intimamente ed empaticamente, al prodotto del concepimento.
La regressione riattiva, invece, le modalità operative dei processi mentali tipici della fase primaria dello sviluppo, così da creare in lei una condizione psicologica molto vicina a quella del figlio.
Nel secondo capitolo viene trattata la prima parte dell’indagine empirica contraddistinta dall’incontro con 81 gestanti in due momenti: la compilazione di un questionario semi – strutturato e la somministrazione del test di Rorschach. Ciò mi ha permesso di evidenziare dei tratti comuni a tali donne.
In esse l’elemento corporeo e il sovrainvestimento che viene attuato nei confronti di questo, determina delle peculiari dinamiche psicologiche.
Durante la gestazione, infatti, si colgono: un certo grado d’inibizione intellettiva (basso numero di R, numero cospicuo A, TRI coartativo, poche Orig, rilevante presenza di rifiuti e di perseverazioni) che porta la gestante ad una riduzione dello stesso rendimento intellettivo.
Si notano, altresì, una diminuzione d’interesse per il mondo esterno e difficoltà nel contatto umano. Tali fenomeni sono tutti indici di una chiusura e ripiegamento in se stessa e nel suo bambino, con conseguente distacco dal mondo esterno. L’affettività si presenta in loro labile e poco controllata (F+% basso, etc..) con difficoltà a saperla dosare ed adattare alle situazioni di vita. Le difese contro l’ansia appaiono inconsistenti, proprio per la numerosità delle fonti d’ansia. Altri indici ci permettono di affermare che la donna in gravidanza sperimenti una temporanea situazione regressiva.
Dai risultati della mia indagine si evidenzia, dunque, nelle donne in gravidanza il predominio della valenza corporea, elemento che rende simili tali donne ai pazienti psicosomatici. La differenza sostanziale tra i due è, però, che nelle prime il fenomeno ha la caratteristica di essere transitorio e fisiologico, mentre nei pazienti psicosomatici il ripiegamento esclusivo verso il corpo è l’unica modalità d’espressione dei conflitti psicologici, poiché in loro manca la capacità di simbolizzazione che, in condizioni di “normalità”, permette di dare il giusto significato alle esperienze somatiche e a quelle psichiche.
La temporaneità delle caratteristiche sopra descritte nella donna in gravidanza è provata dalle differenze rintracciate nell’analisi del retest.
Nella donna puerpera alcune delle dinamiche rintracciate nel periodo della gravidanza permangono (elementi regressivi, tracce narcisistiche, segni d’infantilismo), data l’esistenza e persistenza del cordone ombelicale psichico. (H. Deutsch).
Altre caratteristiche tendono, invece, ad affievolirsi, a volte a scomparire del tutto, e cioè diminuisce la polarizzazione sugli aspetti corporei, si modifica l’esclusiva chiusura verso il mondo interno, a vantaggio di una maggiore apertura nei confronti della realtà esterna, aumenta la produttività.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
1 INTRODUZIONE Il presupposto dal quale parte questo lavoro è che la gravidanza sia a tutti gli effetti un fenomeno psicosomatico, dove è possibile leggere e studiare l’intreccio tra la valenza corporea e la valenza psichica. Per studiare la realtà psicosomatica della gravidanza ho attuato un’indagine empirica, costituita da un percorso longitudinale, che si è dispiegato in due fasi. La prima fase si è svolta presso la Clinica Ostetrica e Ginecologica del Policlinico Universitario di Messina, dove ho intervistato e ho somministrato il test di Rorschach ad un gruppo di 81 donne in gravidanza. La seconda fase, alla distanza di circa otto mesi dalla prima, si è caratterizzata dalla risomministrazione del test di Rorschach e di un nuovo questionario a 13 delle suddette donne. Il lavoro si articola in tre capitoli. Il primo capitolo tratta della relazione mente – corpo, che ha origine con l’inizio stesso della vita e che accompagna l’uomo lungo l’arco della sua esistenza.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

gestazione
gravidanza
metodi proiettivi
narcisismo
psicodiagnostica
psicosomatica
regressione
relazione madre-figlio
relazione mente-corpo
test di rorschach

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi