Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

I contratti dei consumatori

Nel primo capitolo della tesi si precisano le nozioni di consumatore e di professionista; viene inoltre trattato il rapporto tra la nuova disciplina delle clausole vessatorie e quella precedente (artt. 1341-1342 c.c.).
Nel secondo capitolo viene spiegata la nozione di vessatorietà ed i criteri per il suo accertamento. Nei capitoli terzo e quarto invece vengono spiegate le singole clausole vessatorie.

Mostra/Nascondi contenuto.
4 CAPITOLO PRIMO I REQUISITI SOGGETTIVI I La nozione di consumatore L'articolo 1469 bis c.c., delimita espressamente l'ambito di applicazione della disciplina dettata in tema di clausole abusive al <<contratto concluso tra il consumatore ed il professionista>> specificando che in relazione a detto contratto <<il consumatore è la persona fisica che agisce per scopi estranei all'attività imprenditoriale o professionale eventualmente svolta>>. Sebbene il termine consumatore sia stato così inserito nell'impianto normativo codicistico, contestualmente ad una definizione volta a specificarne i contenuti e ad individuarne l'ambito soggettivo di applicazione della tutela, la nozione resta tuttavia caratterizzata dalla genericità e dalle indeterminatezza. Le motivazioni ravvisabili a fondamento di tale incertezza contenutistica sono molteplici. Il primo elemento che impedisce l'esatta delimitazione della figura deriva dalla stessa origine del termine, introdotto nel lessico giuridico nazionale a seguito dei complessi mutamenti di ordine socio-economico intervenuti nel nostro paese negli ultimi decenni, i quali hanno determinato l'insorgere di istanze lato sensu protezionistiche di soggetti considerati istituzionalmente deboli. La nozione di consumatore, pertanto dovrebbe essere volta ad individuare una categoria di soggetti meritevoli di una tutela rafforzata da parte dell'ordinamento giuridico in virtù della posizione di debolezza che di volta in volta si trovano a ricoprire nell'ambito di un determinato rapporto contrattuale. La categoria caratterizzata da un'origine sociologica piuttosto che giuridica, difficilmente si presta ad essere giuridicamente delimitata.

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Salvatore La Malfa Contatta »

Composta da 91 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5997 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 11 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.