Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Ruolo del gas naturale e fonti di approvvigionamento per l'Italia

Nel lavoro si presenta la situazione energetica internazionale, analizzando per macro aree le fonti primarie di energia. Successivamente si presenta il settore del gas naturale dall'up-stream al down-stream. Dopo un'analisi della storia e della politica energetica in Italia si presenta il mercato nazionale del gas naturale per poi passare all'analisi delle principali aree di approvvigionamento: Russia ed Algeria. L'analisi a carattere interdisciplinare presenta la situazione storica, economica e politica dei due paesi. In conclusione si presenta un'analisi S.W.O.T. delle due aree e delle considerazioni sulle implicazioni che l'attuazione della direttiva comunitaria 98/30/CE potrebbe avere sulle importazioni dalla Russia e dall'Algeria.

Mostra/Nascondi contenuto.
I INTRODUZIONE La questione energetica rimane uno dei nodi fondamentali anche nel Terzo Millennio. L’imponente sviluppo demografico a livello mondiale, l’impetuoso sviluppo economico, sia pure costellato da momenti di stagnazione e recessione, e soprattutto la richiesta di beneficiare dei vantaggi di una ragionevole crescita economica da parte di Paesi oggi ai margini dell’evoluzione dei Paesi industrializzati, pone in modo inequivocabile l’esigenza di un incremento dei consumi energetici. Ciò può avvenire con il ricorso ad uno sfruttamento maggiore dei combustibili fossili e/o sviluppando nuovi fonti energetiche, il tutto in un rispetto maggiore per l’ambiente. I congressi di Rio de Janeiro (1992) e Kyoto (1997) hanno ben evidenziato i rischi che già la situazione attuale comporta ed il peggioramento a cui si va incontro se, a fronte di aumentati impieghi di energia, non si predisprranno opportune contromisure volte ad impedire un deterioramento senza ritorno del nostro Habitat. Ne discende, quindi, una domanda per una energia : a) abbondante; b) a buon mercato; c) poco inquinante. Il gas naturale si presenta all’interno di questo quadro evolutivo, sinteticamente rappresentato, come la fonte meno inquinante tra i combustibili fossili (30 % in meno di petrolio e carbone) ed a prezzi competitivi se non, in diverse applicazioni, inferiori. Anche la sua disponibilità attuale, in termini di riserve accertate, è confrontabile a quella del petrolio e la sua distribuzione geografica è diversa da quella di questo combustibile. Nuovi significativi giacimenti sono, inoltre, avviati alla produzione o sono in attesa dei prevedibili sviluppi di mercato.

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Edoardo Riccardo Scrimaglio Contatta »

Composta da 295 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3671 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 30 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.