Skip to content

Mitologie del postmoderno: da McDonald's alla cucina del territorio

Informazioni tesi

  Autore: Stefania Durante
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2000-01
  Università: Università degli Studi di Urbino
  Facoltà: Sociologia
  Corso: Sociologia
  Relatore: Piero Ricci
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 183

Nel Capitolo Primo, «Il culinario postmoderno: miti e riti contemporanei», dopo una preventiva indicazione circa l’approccio seguito, il quale presuppone l’assunzione del sistema culinario quale specifico sistema simbolico, si procede con una ricognizione circa i mutamenti e le persistenze che contraddistinguono le tendenze alimentari contemporanee.
Nel Capitolo secondo, «Il mondo di McDonald’s», attraverso l’analisi narratologica di alcuni spot pubblicitari e l’analisi semiotica delle campagne promozionali e delle pagine Web del sito dell’azienda McDonald’s, si indaga il fenomeno socio-culturale della radicalizzazione della dicotomia globale vs locale nell’ambito culinario.
Nel Capitolo Terzo, «Cucina bergamasca: la nascita dei localismi culinari», si affronta il tema della riscoperta delle territorialità locali, esaminato per mezzo di una ricerca condotta in alcuni ristoranti bergamaschi e se ne evidenziano gli aspetti paradossali.
Nel Capitolo Quarto, «McDonald’s e la cucina del territorio: mitologie del postmoderno», attraverso una lettura critica delle tematiche indagate, si esplica la tesi generale dell’elaborato, incentrata sulla definizione di culinario postmoderno come culinario glocale, contraddistinto da peculiari spazi coassiali tra la cucina locale e quella mcdonaldizzata.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
1 INTRODUZIONE «La parola è cibo, la conoscenza è alimentazione, il sapere è sapore, la scrittura è cucina». 1 Coi tempi che corrono, tempi di epidemie e catastrofi alimentari, 2 di animali e di cibi che impazziscono 3 e di mostruose ingegnerie che alimentano nei più fobie frankesteiniane, parlare e scrivere di cibo è d’obbligo. Da tematica accessoria, relegata nelle pagine di diari di campo degli etnografi, il cibo occupa oggi uno spazio d’onore nell’agenda pubblica. L’alimento infatti imperversa sulle tavole di ogni genere di dibattito, quale osservato speciale, rischiando la liquefazione sotto i riflettori delle TV, la plastificazione sulle copertine patinate dei magazines e la chimificazione nelle tabelle nutrizionali. Si intavolano lipofobe diatribe e s’imbastiscono cacofonici ricettari del mangiar sano, fino al satollamento non di cibo ma di discorso sul cibo. 4 1 F. Rigotti, La filosofia in cucina. Piccola critica della ragion culinaria, Bologna, Il Mulino, 1999, p. 20. 2 Mentre questo scritto viene esteso le cronache riportano notizie, fatti, opinioni riguardanti l’epidemia di afta epizootica che, sviluppatasi nel Regno Unito a partire dal febbraio 2001, si sta propagando in altri Paesi Europei. 3 Come impazzisce la mucca se nutrita con farine animali, così impazzisce la crema di latte, uova e zucchero se preparata con gesti inadeguati. 4 «E’ una fitta rete discorsiva a cui partecipano psichiatria e psicologia, i supposti saperi gastronomici. Si pensi ai gastronomi e agli chef che imperversano dagli schermi televisivi, i ricettari con traduzioni proteiche, caloriche e lipidiche, le cerimonie di aggregazione e forzata socializzazione culminanti in banchetti […]». P. Ricci e S. Ceccarelli, Frammenti di un discorso culinario, Milano, Guerini e Associati, 2000, p. 13.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi