Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

An Kyon il suo influsso sulla pittura giapponese: da Shubun a Chikuden

Lo scopo di questo studio è di far conoscere la vita e le opere di An Kyŏn (att. 1442-1465), pittore coreano che ha caratterizzato la pittura del quindicesimo secolo. Lo studio è stato effettuato attraverso il suo unico dipinto datato e firmato, il Mongyu Towŏndo (Viaggio di Sogno alla Terra dei Peschi in Fiore) del 1447 conservato in Giappone alla Chūōtoshokan (Biblioteca Centrale) della Tenri Daigaku (Università Tenri) di Nara, e analizzando i vari dipinti a lui attribuitegli e portando anche un tentativo di attribuzione di due rotoli del Metropolitan Museum of Art, di New York, condotta dal prof. Kim Hongnam, in occasione dell’apertura della sezione coreana del museo.
Durante il mio soggiorno in Corea, alla Han’guk Chŏngshin Munhwa Yŏnguwŏn (Accademia degli Studi Coreani), grazie all’aiuto della professoressa Yi Sŏngmi e di alcuni studenti dell’accademia, ho potuto scoprire come questo pittore sia stato non solo un grande protagonista della vita artistica coreana del quindicesimo secolo, ma anche come la sua pittura sia stata fonte di ispirazione per pittori giapponesi a lui contemporanei, come Shūbun. Compulsando poi nella biblioteca, sono venuto a scoprire quanto la presenza dei dipinti coreani della scuola di An Kyŏn presenti in Giappone siano stati modello di tecniche e di ispirazione per i pionieri della scuola Nanga che trovarono nei dipinti coreani quegli esempi che non potevano avere. Elementi che poi verranno inglobati nella scuola fino a farli diventare parte integrante dello stile pittorico Nanga.
Il mio avvicinamento all’arte coreana mi è stata resa possibile grazie all’istituzione del corso di Lingua e letteratura coreana e dell’istituzione di una sezione riguardante la Corea presso la biblioteca di dipartimento. Con l’aiuto anche della Prof. Vincenza D’Urso e con l’acquisto di libri inerenti al mio progetto, ho potuto avere un inquadramento generale dell’argomento e ho potuto studiare l’evolversi stesso dell’arte in Corea, indipendentemente dai suoi grandi vicini, quali la Cina e il Giappone. Ciò che vorrei io porre all’attenzione con questo lavoro non è tanto l’opera in se di questo artista, che comunque rimane una pietra miliare nella formazione della pittura coreana, quanto porre in evidenza l’esistenza di uno stile particolarmente coreano che prende il via sicuramente da origini cinesi, ma che si evolve indipendentemente da esso e che riesce a essere anche un punto di riferimento per i vicini giapponesi. Quindi l’arte coreana, così poco studiata in occidente, diventa non solo trasmissione di elementi e pensieri cinesi, ma diventa fonte autonoma di ispirazione per i giapponesi, che sapranno coglierne la freschezza e la spontaneità, molto più vicine alla loro estetica.

Mostra/Nascondi contenuto.
7 INTRODUZIONE Lo scopo di questo studio � di far conoscere la vita e le opere di An Kyŏn (att. 1442-1465), pittore coreano che ha caratterizzato la pittura del quindicesimo secolo. Lo studio � stato effettuato attraverso il suo unico dipinto datato e firmato, il Mongyu Towŏndo (Viaggio di Sogno alla Terra dei Peschi in Fiore) del 1447 conservato in Giappone alla Chūōtoshokan (Biblioteca Centrale) della Tenri Daigaku (Universit� Tenri) di Nara, e analizzando i vari dipinti a lui attribuitegli e portando anche un tentativo di attribuzione di due rotoli del Metropolitan Museum of Art, di New York, condotta dal prof. Kim Hongnam, in occasione dell�apertura della sezione coreana del museo. Durante il mio soggiorno in Corea, alla Han�guk Chŏngshin Munhwa Yŏnguwŏn (Accademia degli Studi Coreani), grazie all�aiuto della professoressa Yi Sŏngmi e di alcuni studenti dell�accademia, ho potuto scoprire come questo pittore sia stato non solo un grande protagonista della vita artistica coreana del quindicesimo secolo, ma anche come la sua pittura sia stata fonte di ispirazione per

Tesi di Laurea

Facoltà: Lingue e Letterature Straniere

Autore: Mauro Trevisan Contatta »

Composta da 181 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2560 click dal 20/03/2004.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.