Skip to content

L'attività dei credit bureaus e la valutazione del rischio nel credito al consumo

Informazioni tesi

  Autore: Barbara Tognoli
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 1997-98
  Università: Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano
  Facoltà: Scienze Bancarie, Finanziarie e Assicurative
  Corso: Economia Bancaria
  Relatore: Francesco Cesarini
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 203

"L’ATTIVITA’ DEI CREDIT BUREAUS E LA VALUTAZIONE DEL RISCHIO NEL CREDITO AL CONSUMO"

L’obiettivo di questa tesi è quello di illustrare l’attività dei Credit Bureaus (CB) ed in modo particolare i servizi offerti da questi operatori agli intermediari per la valutazione del rischio nel credito al consumo.
La stesura di questo lavoro è stata resa possibile grazie ad una ricerca effettuata, a mezzo colloqui e questionari, presso i tre CB nazionali: CRIF, Experian e ST&F Italia; le due tra le maggiori società di implementazione dei sistemi di scoring: Fair Isaac e Experian-Scorex; ed un campione di società appartenenti sia al settore bancario che finanziario. In particola12re sono state considerate per la categoria delle banche, la Deutsche Bank e la Banca Popolare Antoniana Veneta; per quella delle finanziarie appartenenti a gruppi bancari Findomestic, Compass e Agos Itafinco; per le finanziarie di emanazione assicurativa Finitalia e Fincral; infine per quanto riguarda le finanziarie di marca è stata considerata P.S.A. Finanziaria Italia, la finanziaria del Gruppo Peugeut-Citroen.
Dal lavoro di tesi si è potuto ricavare un quadro abbastanza completo delle caratteristiche e delle problematiche del settore del credito al consumo nella realtà italiana. Nel nostro paese questo mercato ha assunto una notevole dimensione solo di recente, esso è in rapida evoluzione e ciò sta pertanto inducendo gli operatori del settore, quali banche e finanziarie, a dotarsi di nuovi mezzi e tecnologie che permettano , da un lato, di conquistare quote di mercato sempre più ampie, e, dall’altro, di ridurre le sofferenze attraverso una più corretta valutazione del "rischio cliente". In passato i responsabili del reparto crediti, per determinare detto rischio, si servivano di metodi di analisi completamente soggettivi. L’utilizzo di moderni sistemi di valutazione del rischio di credito è partita in forte ritardo rispetto sia ai mercati anglosassoni sia a quelli più simili al nostro. A questo proposito, per sopperire ai limiti presentati dalle tradizionali procedure, presso gli operatori del credito al consumo si rileva un utilizzo, sempre più diffuso ed integrato rispetto all’originario sistema di valutazione interno, delle Banche Dati (Credit Bureaus).
Gli aderenti ad un CB, oltre al servizio di CR/CB, possono anche usufruire di altri servizi complementari e più complessi definiti "a valore aggiunto" e "in outsourcing", comprendenti anche i sistemi di application processing.
Nell’elaborazione della tesi si è posta particolare attenzione ai sistemi di credit scoring, che sono i più importanti tra i servizi cosiddetti "a valore aggiunto".
Nell’ambito del credito al consumo vengono utilizzati lo score di accettazione e quello comportamentale di CR/CB. Esistono anche delle metodologie alternative allo scoring, le principali delle quali sono i sistemi esperti, le reti neurali e la cluster analysis. Dalla ricerca svolta si è potuto concludere che l’utilizzo dei CB e l’implementazione dei sistemi di scoring (sia da parte degli stessi CB sia attraverso società specializzate) ha apportato alle aziende utilizzatrici e ai clienti/consumatori notevoli benefici.
In conclusione, vi è comune accordo sul fatto che i metodi di credit scoring, abbinati all’utilizzo dei CB, rappresentano un affinamento del tradizionale metodo soggettivo usato nella valutazione. I sistemi di credit scoring sono più razionali dell’uomo nel valutare congiuntamente le informazioni disponibili. Lo scoring fornisce infine i migliori risultati se accompagnato sistematicamente da un’accurata attività di monitoring.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE L’obiettivo di questa tesi è quello di illustrare l’attività dei Credit Bureaus (CB) ed in modo particolare l’utilizzo dei servizi offerti da questi operatori da parte degli intermediari del credito al consumo. In Italia il mercato del credito al consumo - identificabile con i prestiti alle famiglie - è stato oggetto di crescente attenzione da parte degli istituti eroganti credito, siano essi banche o società finanziarie. In particolare, a partire dalla seconda metà degli anni ’80 si è registrato un forte interesse per il credito al consumo da parte delle banche. La progressiva diminuzione nella richiesta di finanziamenti da parte del mondo imprenditoriale (corporate), le ha difatti indotte a ricercare altre forme di impiego dei fondi raccolti nel segmento al dettaglio (retail) e a privilegiare un tipo di cliente come la famiglia che, sino ad allora, era stato in parte trascurato. Dopo una rapida espansione iniziale degli impieghi ha fatto seguito, per quasi tutti gli istituti erogatori di credito al consumo, un preoccupante aumento delle sofferenze, quasi sempre destinate a diventare perdite, data l’enorme difficoltà o addirittura la non convenienza delle azioni di recupero. Attualmente si osserva che, sebbene il credito al consumo sia tradizionalmente rivolto ad un tipo di clientela qualitativamente meno eletta, e quindi potenzialmente più rischiosa rispetto a quella più tipica del mondo bancario (le aziende), le società operanti nel settore del credito al consumo registrano livelli di insolvenza inferiori alla media dell’intero sistema bancario. E’ in ogni caso importante effettuare una corretta valutazione del rischio di credito; questa porta ad analizzare due aspetti tra loro complementari: il primo riguarda il reperimento e la condivisione delle informazioni, mentre il

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

mercato del credito
merito creditizio
rapporto di credito
rischio di credito
risk management
economia delle aziende di credito
centrale dei rischi
credit scoring
credito al consumo
valutazione del rischio
credit bureau

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi