Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Aspetti dell'interazione di Gliocladium roseum e Trichoderma spp. con Fusarium culmorum e frumento

Sono stati studiati i meccanismi d’azione degli antagonisti fungini Trichoderma atroviride 312, T. harzianum 144, T. longibrachiatum 9 e Gliocladium roseum 47, di già provata efficacia nei confronti di marciumi causati da Fusarium culmorum su frumento. In particolare sono stati individuati i meccanismi diretti sul patogeno (la produzione di metaboliti volatili e non volatili da parte degli antagonisti e il fenomeno dell’iperparassitismo degli antagonisti sulle ife del patogeno) e quelli indiretti che coinvolgono una reazione della pianta (la sintesi di proteine PR e l’induzione di resistenza al patogeno).

Mostra/Nascondi contenuto.
1 1. SCOPO DELLA TESI La lotta contro le malattie delle piante coltivate è oggi in una fase di transizione poiché è influenzata da una parte, da recenti tendenze innovatrici ispirate da consapevoli progressi della ricerca di base, dall’altra da tendenze conservatrici associate all’uso di prodotti chimici. Tuttavia, diversi fattori quali, l’accumulo di residui tossici nei differenti organismi della catena alimentare, il ritiro dal mercato di molti fungicidi e l’accresciuta resistenza di svariati agenti patogeni nei confronti di questi ultimi, hanno favorito il sorgere di nuove strategie di difesa, definite ecocompatibili, aventi come obiettivo principale l’affidabilità, l’efficacia ed il rispetto per l’ambiente. Queste nuove strategie sono attualmente sia oggetto di ricerca che, in qualche caso, di sperimentazione o di applicazione soprattutto in diversi Paesi europei e oltreoceano e annoverano, ad esempio, l’impiego di microrganismi fungini ad attività antagonistica nei confronti dei patogeni. Tra i patogeni fungini particolare interesse è stato rivolto, nel nostro gruppo di ricerca, a Fusarium culmorum su frumento. Il frumento, infatti, è ampiamente coltivato in Italia su una superficie investita e con una produzione che sono al secondo posto nell’ambito della comunità europea. F. culmorum è tra le specie di maggior importanza, dal punto di vista patologico, su frumento ed è responsabile di una malattia tipica nota come “mal del piede”. In questi ultimi anni si è assistito, in Italia, ad un incremento dell’insorgenza di questa malattia e ciò può essere conseguenza di diversi fattori tra cui l’intensificazione colturale, l’aumento della concimazione azotata, la riduzione delle lavorazioni al terreno, ecc… La difesa del frumento da F. culmorum, si basa essenzialmente su criteri preventivi che prevedono l’utilizzo di semente sana o trattata con sostanze chimiche, data la scarsa disponibilità di varietà resistenti. Vari studi, tra l’altro, indicano che il diffondersi del PARTE GENERALE

Tesi di Dottorato

Dipartimento: DIPROVAL

Autore: Luciana De Vero Contatta »

Composta da 98 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1866 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.