Skip to content

Le Roi Christophe tra mondo francofono e mondo ispanofono: Aimè Cèsaire e Alejo Carpentier

Informazioni tesi

  Autore: Gaia Gagianesi
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2000-01
  Università: Università degli Studi di Milano
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Lingue e Letterature Straniere
  Relatore: Marco Modenesi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 334

Il colonialismo, la Rivoluzione Francese, la nascita del mondo occidentale contemporaneo percepiti dallo sguardo di quelli che inesorabilmente sono rimasti indietro: questo uno dei temi centrali della tesi, che vuole richiamare all’orecchio dei lettori il nome di un paese di cui mediamente si è poco informati, Haiti.
Partendo dagli studi letterari postcoloniali, si possono compiere, infatti, riflessioni interessantissime a proposito della questione del punto di vista sulle cose e della relatività del concetto di verità. Lo sguardo sul mondo, sulla storia e sulla propria identità che ha il popolo haitiano può essere utile, in questo senso, ad esemplificare come ci sia bisogno di un riposizionamento del modo di pensare anche da parte di chi crede di avere creato un sistema economico e culturale perfetto, di una rimessa in questione della stabilità di concetti quali “identità” e “popolo” che sembrano essere così chiari al mondo industrializzato.
Tutto questo si può cercare di farlo anche semplicemente dedicandosi a qualcosa che sembra molto lontano da questo tipo di problemi, come la letteratura.
Il corpo della tesi è, infatti, costituito dall’analisi di due opere letterarie:
"La tragèdie du Roi Christophe", una pièce teatrale scritta dal grande poeta martinicano e ideologo dell’anticolonialismo Aimè Cèsaire e "El reino de este mundo", un romanzo importantissimo per la letteratura ispanoamericana scritto dall’autore cubano Alejo Carpentier vissuto tra il 1904 ed il 1980. La parte terza contiene un confronto fra le due opere incentrato in particolare sulla figura del re nero che prese il potere ad Haiti pochi anni dopo la dichiarazione d’indipendenza di questo paese: Henri Christophe.
Sotto l’aspetto dell’analisi letteraria è da segnalare il metodo, utilizzato sia nella prima e nella seconda parte sia in quella del confronto, che, grazie al suo rigore, alla sua precisione ed al suo strettissimo legame col testo, può fornire un buon esempio ed una guida a tutti coloro che si accingono alla compilazione di una tesi di argomento letterario.
In questo scritto si ritrovano molte delle principali questioni legate all’isola di Haiti, come ad esempio il grande orgoglio degli haitiani ed il loro forte legame con il continente africano, il loro attaccamento viscerale ad una religione misteriosa, ma tutt’altro che primitiva o violenta, quale il vodù, i problemi economici e quelli legati al colore della pelle e all’influenza che le idee dei colonizzatori hanno indelebilmente lasciato nei loro animi.
Nazione guidata da una trentina d’anni da governi apparentemente democratici, Haiti ha subito due invasioni da parte dell’esercito degli Stati Uniti, i quali hanno sempre considerato i problemi gravissimi di questo paese come una sorta di “affare interno”. L’isola caraibica è stata teatro di una delle più feroci dittature che la storia del mondo ricordi: quella dei Duvalier (François e il figlio Jean-Claude) durata nel complesso dal 1957 al 1985, mentre ora è governata del rieletto presidente Jean-Bertand Aristide, i cui valori di bandiera sono la democrazia ed il passaggio dalla miseria disperata ad una povertà dignitosa. La sua rielezione nell’anno 2000 è, tuttavia, oscurata da una percentuale di astensionismo ben al di sopra del 50% ed il paese perdura in condizioni disastrose, il turismo è scarso e prevalentemente di provenienza statunitense.
Una tesi di letteratura, per concludere, che vuole essere utile per una testimonianza sociale e soprattutto che vuole costituire un invito a parlare di Haiti, e di tutte le nazioni che si trovano nelle sue condizioni, sotto tutti i possibili punti di vista e nel maggior numero di lingue possibile.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
1 2. Due opere letterarie a confronto: La tragédie du Roi Christophe di Aimé Césaire e El reino de este mundo di Alejo Carpentier. Il lavoro che questa tesi si propone di svolgere è quello di condurre innanzitutto un’analisi approfondita della pièce di Aimé Césaire intitolata La tragédie du Roi Christophe, e di compiere successivamente la stessa operazione con il romanzo di Alejo Carpentier El reino de este mundo e, per finire, tentare di elaborare un confronto fra le due opere, in relazione al personaggio-chiave di Henri Christophe. I due testi possiedono, infatti, la caratteristica comune di avere lo stesso soggetto, cioè di raccontare, seppure in due modi diversi, lo stesso episodio storico: il regno di re Henri Christophe, che interessò la regione settentrionale di Haiti e che, iniziato nel 1806, durò fino al 1818. La figura storica di re Christophe risulta alquanto singolare ed interessante per il fatto di essere stato il primo re del “Nuevo Mundo” ed il primo monarca al mondo ad avere la pelle nera. I suoi metodi di governo, inoltre, colpiscono l’immaginazione e la sensibilità per la loro estrema durezza e crudeltà, i suoi straordinari progetti instaurano uno stridente contrasto con le possibilità su cui la situazione storica gli consentiva di contare e, per finire, i resti degli enormi palazzi che fece costruire impressionano chi ha la fortuna di visitarli. Sono questi i principali aspetti su cui poggia il fascino smisurato che questo re semitrascurato dalla storia ufficiale ha

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

letteratura cubana
letterature comparate
letterature francofone
haiti
letteratura contemporanea
letteratura ispanoamericana
aimè cesaire
anticolonialismo
henri christophe
alejo carpentier

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi