Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'informazione societaria come veicolo del valore aziendale

La comunicazione riveste un ruolo centrale nel processo di creazione del valore; considerata la globalizzazione dei mercati, l’evoluzione delle nuove tecnologie (la nascita del trading on-line grazie ad Internet), e lo svilupparsi di investitori istituzionali (quali: fondi pensione, fondi di investimento, ecc.). Questi fenomeni hanno evidenziato come un’informazione societaria puntuale ed approfondita sia apprezzata dalla comunità finanziaria, anzi è una condizione necessaria per l’efficienza dei mercati nel lungo periodo.
La tesi dopo aver trattato la normativa con annessa regolamentazione, si focalizza su ruolo dell'investor relations manager, una figura manageriale di recente affermazione in Italia, andando ad analizzare puntualmente le caratteristiche di una corretta comunicazione finanziaria come driver del valore aziendale. Nel prosieguo si sviluppa un innovativo modello di valutazione della coerenza dell'informativa societaria con un caso pratico nel settore delle utilities italiane con particolare attenzione per Enel.
L'ultimo capitolo è dedicato all'analisi delle patologie dell'informazione sia dal punto di vista giuridico che economico.
La tesi è corredata oltre che della bibliografia anche di una lista dei siti di possibili interesse.

Mostra/Nascondi contenuto.
4 CAPITOLO I INFORMAZIONE ED EFFICIENZA DEI MERCATI 1.1 Premessa Negli anni Ottanta e Novanta negli Stati Uniti e per riflesso anche in Europa, il mondo accademico e quello delle società di consulenza hanno dedicato un’attenzione via via crescente ai temi del valore. In primo luogo nell’aspetto della creazione e della misurazione del valore (negli ultimi anni si sono sviluppate nuove metodologie di valutazione: ad esempio E.V.A. 1 o le real-options 2 ); ma collegato a questo, sta assumendo sempre maggiore importanza la capacità delle società di comunicare e di far apprezzare all’esterno le proprie potenzialità. La comunicazione riveste un ruolo centrale nel processo di creazione del valore; considerata la globalizzazione dei mercati, l’evoluzione delle nuove tecnologie (la nascita del trading on-line grazie ad Internet), e lo svilupparsi di investitori istituzionali (quali: fondi pensione, fondi di investimento, ecc.). Questi fenomeni hanno evidenziato come un’ informazione societaria puntuale ed approfondita sia apprezzata dalla comunità finanziaria, anzi è una condizione necessaria per l’efficienza dei mercati nel lungo periodo. Soprattutto nella realtà italiana, caratterizzata da una limitata propensione alla disclosure dovuta all’esistenza di un forte intermediazione creditizia, 1 Ecomonic value added: metodologia messa a punto dalla Stern Steward & Co., è sostanzialmente un metodo misto di valutazione. 2 Metodo usato per le compagnie della new-economy e imprese farmaceutiche; il valore di un investimento è pari al Valore statico (oggi) + Valore delle opzioni reali (per il futuro).

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Francesco Bertocchini Contatta »

Composta da 155 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3275 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 12 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.