Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Aspetti farmacologici di due importanti inibitori delle COX-2: Celecoxib e Rofecoxib

Tesi rivolta allo studio di una nuova importante classe di farmaci, inibitori specifici delle COX-2: Celecoxib e Rofecoxib. Tesi corredata di grafici e tabelle rivolti a sottolineare i vantaggi e le proprietà di questi farmaci rispetto soprattutto ai classici antinfiammatori non steroidei (FANS).

Mostra/Nascondi contenuto.
1 INTRODUZIONE L’infiammazione (dal latino inflammatio, dal greco phlogosis, incendiare) è una reazione topica nei confronti di stimoli che possono essere di natura biologica (microrganismi), chimica (veleni) oppure fisica (stimolazione meccanica, temperatura e irradiazioni). Il decorso e la sintomatologia dell’infiammazione sono completamente dipendenti dal tipo di stimolo che la provoca. Questo tipo di comportamento può essere razionalizzato ammettendo la presenza di sostanze mediatrici successive allo stimolo che vengono messe in libertà nell’irritazione e mettono in moto il processo infiammatorio. Tra queste sostanze le principali sono: ISTAMINA: mediatore preformato che viene liberato dai granuli dei mastociti all’inizio dell’infiammazione. E’ certo che almeno le prime fasi dell’infiammazione (dilatazione dei vasi ed aumento della permeabilità) sono influenzate dall’istamina per cui i corrispondenti sintomi possono essere trattati con antistaminici;

Tesi di Specializzazione/Perfezionamento

Autore: Maria Luisa Limone Contatta »

Composta da 65 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2216 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 9 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.