Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Stesura di procedure di lavoro per i laboratori di didattica e ricerca scientifica

Al momento dell’entrata in vigore del D.Lgs 626/94, riguardante il miglioramento della sicurezza e della salute dei lavoratori il modo di fare sicurezza nei luoghi di lavoro è cambiato.
Il Decreto ha infatti modificato la sicurezza normativa che è alla base di tutta l’attività di prevenzione negli ambienti di lavoro, introducendo un sistema di prevenzione e protezione che, partendo dal coinvolgimento di tutte le persone presenti all’interno del luogo di lavoro, indipendentemente dalle loro funzioni e nell’ambito delle proprie attribuzioni e competenze, si pone come scopo il raggiungimento degli obbiettivi generali di sicurezza nei luoghi di lavoro.
In base a quanto riportato nel D. Int.le 363/98 è stato necessario applicare le norme di legge del D.Lgs. 626/94 all'interno dei laboratori del Dipartimento di Sistemi Elettrici ed automazione.
Una delle più importanti misure per la protezione della salute e della sicurezza dei lavoratori introdotta dal D.Lgs 626/94 è la valutazione dei rischi, essa rappresenta l’asse portante della nuova filosofia in materia di tutela e salute dei lavoratori.
Il D.Lgs. 626/94 prevede fra le misure di tutela l’ “Informazione e Formazione” ( Art. 3 comma 1 lettera s [D.Lgs 626/94]) e “L’eliminazione dei rischi in relazione alle conoscenze acquisite in base al progetto tecnico e, ove ciò non è possibile, loro riduzione al minimo” ( Art.3 comma 1 lettera b [ D.Lgs 626/94] ).
Uno dei possibili metodi per la “ Riduzione al minimo dei rischi” è l’utilizzo delle procedure.
Le procedure permettono di identificare con esattezza le modalità con cui devono essere effettuate le operazioni al fine di prevenire o ridurre i rischi legati alla sicurezza.
Le procedure di lavoro sono state rappresentate con dei diagrammi di flusso, per ogni blocco del diagramma è stato messo in evidenza
1) il modo di eseguire l'azione
2) chi deve eseguire l'azione
3) i dispositivi di protezione da indossare per compiere l'azione
4) richiami su accorgimi da adottare per svolgere l'azione
Per ogni attività compiuta nel laboratorio abbiamo progettato le procedure di lavoro.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 Introduzione Al momento dell’entrata in vigore del D.Lgs 626/94, riguardante il miglioramento della sicurezza e della salute dei lavoratori il modo di fare sicurezza nei luoghi di lavoro è cambiato . Il Decreto ha infatti modificato la sicurezza normativo che è alla base di tutta l’attività di prevenzione negli ambienti di lavoro, introducendo, un sistema di prevenzione e protezione che, partendo dal coinvolgimento di tutte le persone presenti all’interno del luogo di lavoro, indipendentemente dalle loro funzioni e nell’ambito delle proprie attribuzioni e competenze, si pone come scopo il raggiungimento degli obbiettivi generali di sicurezza nei luoghi di lavoro. Il campo di applicazione del D. Lgs. 626/94 è stabilito dall’ Art. 1 comma 2 il quale cita “ …… di quelle destinate per finalità istituzionali alle attività degli organi con compiti in materia di ordini e sicurezza pubblica, delle Università, degli istituti di istruzione Universitaria… le norme del presente decreto sono applicate tenendo conto delle particolari esigenze connesse al servizio espletato individuate con decreto del Ministero competente di concerto con i ministri del lavoro e della previdenza sociale, della sanità della funzione pubblica…” Il Ministro dell’ ”Università e della Ricerca Scientifica e Tecnologica” per poter applicare le norme del D.Lgs 626/94, tenendo conto delle particolari esigenze connesse al servizio espletato, il 5 Agosto 1998 emana il Decreto Interministeriale n. 363. All’interno dell’ Art. 1 viene stabilito che: Le norme di cui al decreto legislativo 19 settembre 1994, n.626, e sue modificazioni ed integrazioni, si applicano a tutte le attività di didattica, di ricerca, di assistenza, di servizio, svolte direttamente e/o indirettamente dalle università e dagli istituti di istruzione universitaria sia presso le proprie sedi che presso sedi esterne. Questo comporta che i concetti di sicurezza e salute dei lavoratori sui luoghi di lavoro sono applicabili interamente a tutte le attività che avvengono

Tesi di Laurea

Facoltà: Ingegneria

Autore: Riccardo Barzagli Contatta »

Composta da 223 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2791 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.