Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La questione della terra in Sudafrica 1990-1996: ridistribuzione della terra correlata alla percezione Afrikaner del fenomeno

Nell'ultima decade del secolo XX in Sudafrica è avvenuto il più grande cambiamento politico della Storia del Paese. Dopo moltissimi anni di segregazione imposta ai non bianchi, il sistema dell'Apartheid è crollato ed al suo posto è sorto un avanzato sistema democratico. Il primo governo democratico, salito al potere grazie alle elezioni a suffragio universale del 1994, ha intrapreso una serie di riforme atte a sanare le fortissime disparità economiche tra bianchi e neri.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 Premessa Il Sudafrica democratico è un forte polo attrattivo, dal punto di vista economico e quindi dell’immigrazione, per i paesi dell’Africa australe, ma nonostante le recenti conquiste politiche della maggioranza nera, le fortissime disparità interne, tra bianchi e neri, non sono state ancora livellate. Una nuova oligarchia multirazziale ha acquisito il potere economico della nazione ed ha intrapreso un processo di sfruttamento dei paesi confinanti. La Storia sembra ripetersi, una nuova discriminazione è sorta dalle ceneri dell’apartheid, ma ora gli autori sono i neri Sudafricani e le vittime i neri, di diversa origine, immigrati nel paese alla ricerca di condizioni di vita migliori. Molto ancora dovrà essere scritto sulla storia di questo paese e quest’ultimo sarà certamente un nuovo capitolo. Le speranze ed i sogni della maggioranza nera sono andati in frantumi, la presunta prosperità che la ridistribuzione della terra avrebbe dovuto portare non è arrivata, come del resto era lecito attendersi, la popolazione Sudafricana è troppo numerosa per poter uscire dalla povertà solamente sfruttando le risorse agricole. Inoltre nonostante le lamentele Afrikaner sulla terra confiscata dallo stato in verità la quantità di terreno coltivabile ridistribuita non è ancora significativa rispetto alle necessità di milioni di poveri. Il tema principale di questo lavoro è il processo ridistribuivo del territorio, avviato dal governo democratico, correlato alla percezione del cambiamento di chi aveva il predomino sul territorio ovvero il popolo Afrikaner. Delineerò brevemente le peculiarità di questo popolo, per meglio comprendere perché il connubio Afrikaner-terra è così forte da essere indissolubile. Afrikaners e terra (con la relativa restituzione alla popolazione nera) dal 1990 al 1996, ecco le parole chiavi del mio

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Francesco Rossolini Contatta »

Composta da 106 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1295 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.