Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Franchising e agenzie di viaggio: analisi comparata delle proposte a tutela del franchisee

Il franchising (o affiliazione commerciale) può essere definito come un sistema di commercializzazione e di distribuzione in base al quale un piccolo imprenditore indipendente (franchisee o affiliato) ottiene il diritto di commercializzare beni o servizi forniti da un altro imprenditore (franchisor o affiliante) in cambio di un corrispettivo, in parte fisso (entry fee) e in parte variabile, calcolato in percentuale sul giro d’affari (royalty) anch’esso definito nel contratto nel quale, peraltro, è riconosciuto all’affiliato il diritto di sfruttare marchi, brevetti, nome, ditta, insegna o addirittura anche una semplice formula o segreto professionale del franchisor.
Il Franchising rappresenta, per questa ragione una delle forme più interessanti sviluppatesi negli ultimi anni per "fare impresa" nel settore del commercio e dei servizi.
Infatti, la crisi del piccolo commercio e del commercio tradizionale provocata in parte dallo sviluppo di nuovi modelli nella grande e media distribuzione ha investito anche il settore agenziale, e tale crisi appare difficilmente superabile con strumenti tradizionali di intervento; in questo scenario il modello franchising, che affianca ai vantaggi di personalizzazione e di qualità del servizio tipica di un piccolo esercizio le sinergie e le economie di scala derivanti da uno studio ed un’elaborazione centralizzata delle strategie promozionali, delle modalità di approvvigionamento, del lay-out, può rappresentare una delle strade possibili per avviare attività di successo nel campo delle imprese della distribuzione e, in particolare, di quelle operanti nel settore dei viaggi e turismo.
Come detto questa formula di aggregazione in questi ultimi anni è in forte espansione, e proprio l’elevato numero di reti di franchising nate e sviluppatesi in questi ultimi anni, con particolare attenzione nel lavoro qui svolto al settore delle agenzie di viaggio, solleva delle domande inevitabili: a cosa è dovuto questo successo e perché è così difficile per chi ha intenzione di affiliarsi avere tutte le informazioni contrattuali necessarie nel rispetto della trasparenza, dato che tale formula nelle agenzie di viaggi prevede un periodo minimo contrattuale di tre anni?
La ricerca da me svolta si incentra:
- sullo studio delle cause di tale successo: gli obblighi e i benefici per chi aderisce ad una catena in franchising e le prospettive e i vantaggi per chi l’affiliazione la propone;
- sull’analisi delle normative in questo settore, dal vigente regolamento europeo ai regolamenti e codici delle associazioni di categoria, con particolare riguardo alle differenze e lacune della legislazione italiana rispetto ad altri paesi;
- sull’analisi dell’applicazione del franchising nel settore delle agenzie di viaggio e la valutazione e comparazione delle proposte di alcuni franchisor agenziali a tutela del franchisee;
Si vedrà che l’analisi delle proposte prende in considerazione alcune delle voci più significative per chi ha intenzione di aderire alla rete: un’analisi per comprendere quali sono i punti più importanti ai quali il franchisee deve guardare per attuare la scelta a lui più adeguata.

Mostra/Nascondi contenuto.
3 INTRODUZIONE Il franchising (o affiliazione commerciale) può essere definito come un sistema di commercializzazione e di distribuzione in base al quale un piccolo imprenditore indipendente (franchisee o affiliato) ottiene il diritto di commercializzare beni o servizi forniti da un altro imprenditore (franchisor o affiliante) in cambio di un corrispettivo, in parte fisso (entry fee) e in parte variabile, calcolato in percentuale sul giro d’affari (royalty) anch’esso definito nel contratto nel quale, peraltro, è riconosciuto all’affiliato il diritto di sfruttare marchi, brevetti, nome, ditta, insegna o addirittura anche una semplice formula o segreto professionale del franchisor. Il Franchising rappresenta, per questa ragione una delle forme più interessanti sviluppatesi negli ultimi anni per "fare impresa" nel settore del commercio e dei servizi. Infatti, la crisi del piccolo commercio e del commercio tradizionale provocata in parte dallo sviluppo di nuovi modelli nella grande e media distribuzione ha investito anche il settore agenziale, e tale crisi appare difficilmente superabile con strumenti tradizionali di intervento; in questo scenario il modello franchising, che affianca ai

Diploma di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Daniele Ciambottini Contatta »

Composta da 125 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5292 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 25 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.