Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Basi neurobiologiche del comportamento aggressivo

L'aggressività è un fenomeno eterogeneo difficile da studiare sull'uomo. Per questo le recenti scoperte in campo neurobiologico hanno fatto ampio uso di modelli murini e felini per comprenderne i meccanismi di base. La tesi affronta gli aspetti neuroanatomici, neurofisiologici, endocrini e genetici che sono alla base del funzionamento di questo comportamento complesso. Le recenti scoperte hanno infatti esteso di molto la lista di enzimi, neurotrasmettitori e ormoni che regolano l'aggressività, risultante di fattori tanto biologici quanto ambientali.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 I n t r o d u z i o n e Indagare le radici pi� profonde del comportamento aggressivo nell�uomo non � cosa facile. L�aggressivit� � infatti un fenomeno comportamentale che investe profondamente la persona, a livello psicologico, emotivo e neurologico- funzionale. Essa d'altra parte rappresenta una modalit� di rapporto col mondo che pu� tradursi in una limitazione o in un�interfaccia disadattiva della vita sociale, lavorativa ed affettiva, che spesso determina l�isolamento e il fallimento dell�esistenza della persona. Il comportamento aggressivo � un fenomeno eterogeneo di natura competitiva che rappresenta il risultato di determinanti sia socio-ecologiche che neurobiologiche. Esso ha un significato strettamente adattativo, nel caso in cui la persona riesca ad esercitare un controllo efficace sulle proprie tendenze aggressive. Pu� invece presentare una connotazione patologica, quando si manifesta in maniera afinalistica, irrazionale, esplosiva, violenta e, in tal caso, pu� essere causa di danno per gli altri e per se stessi. La comprensione e la prevenzione dei comportamenti violenti necessita di studi di tipo psicobiologico. Il contributo della ricerca biologica, infatti, � essenziale per la comprensione dei vari aspetti e significati del comportamento aggressivo. La psicologia dello sviluppo, ad esempio, considera l�aggressivit� del bambino come un fattore indispensabile per distaccarsi dalle figure genitoriali e per iniziare ad affrontare il mondo, sviluppandosi in modo graduale e collegandosi a caratteri quali il sesso e il temperamento dell�individuo.

Tesi di Laurea

Facoltà: Psicologia

Autore: Tatiana Paolozzi Contatta »

Composta da 106 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 7352 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 25 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.