Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Caratterizzazione stocastica del sistema acquifero Évora-Montemor-Cuba, settore di Évora

La presente tesi discute in chiave critica i metodi attualmente disponibili per stimare e prevedere la contaminazione dei corpi idrici causata da attività agricole, con riferimento in particolare al caso reale del sistema acquifero Évora-Montemor-Cuba, Settore di Évora (Portogallo).
L'analisi del rischio costituisce l'approccio più diffuso per la valutazione dello stato di vulnerabilità intrinseca di un sito.
Il concetto di rischio va distinto da quello di vulnerabilità, essendo quest'ultima uno stato del sistema che dipende esclusivamente dalle sue caratteristiche intrinseche.
Per la stima della vulnerabilità si è realizzato un confronto tra sei differenti metodi parametrici: DRASTIC, SINTACS, GOD, AVI, EPPNA e SI.

Mostra/Nascondi contenuto.
Premessa La contaminazione delle acque da prodotti agrochimici risulta, oggigiorno, un fenomeno ampia-mente di uso. La presente tesi discute, in chiave critica, i metodi attualmente disponibili perstimare e prevedere la contaminazione dei corpi idrici causata da attivita agricole, con riferi-mento particolare al caso reale del sistema acquifero Evora-Montemor-Cuba, Settore di Evora(Portogallo).La rilevanza del problema discende da un lato dalla constatazione di una realta attuale dicontaminazione di usa piu o meno intensa, e dall'altro dalla necessita di una esatta valutazionequantitativa del fenomeno ancora lungi dall'essere ottenuta.L'analisi del rischio costituisce l'approccio piu di uso per la valutazione dello stato di vulnerabi-litaintrinseca di un sito, nonche delle interazioni negativeche da questo possono propagarsi nellearee circostanti piu o meno lontane. Il concetto di rischio ambientale va distinto da quello divulnerabilita, essendo quest'ultima uno stato del sistema che dipende esclusivamente dalle suecaratteristiche intrinseche.Per la stima della vulnerabilitasie realizzato un confronto tra sei di erenti metodi parame-trici, de niti in dettaglio nella presente tesi. Successivamente si e proceduto ad una elaborazionegeostatistica dei dati raccolti nell'ambito di un progetto di ricerca (ERHSA), per veri care i ca-ratteri della distribuzione spaziale dei tre principali indicatori di contaminazione disponibili: laconducibilita elettrica, la concentrazione dello ione solfato e quella dello ione nitrato.Il risultato nale dell'applicazione geostatistica ha permesso la realizzazione di mappe di rischiofacilmente consultabili e confrontabili allo stesso tempo con le carte tematiche di vulnerabilita. 1

Tesi di Laurea

Facoltà: Ingegneria

Autore: Eros Artuso Contatta »

Composta da 240 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1011 click dal 20/03/2004.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.