Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il valore nella new economy. Un'analisi critica per la determinazione del capitale economico

La tesi ha per oggetto la complessa tematica della determinazione del Valore nella sua espressione economica, facendo esplicito riferimento alle imprese della New Economy.
Gli argomenti trattati sono di estrema attualità e sono presenti molti spunti di riflessione per comprendere anche i più recenti accadimenti dell'economia americana. Un forte impianto teorico nel primo capitolo costituisce lo zoccolo duro sul quale è innestata tutta la ricerca, supportata anche da una nutrita bibliografia, maturata dalla lettura di oltre 120 testi scelti fra la letteratura fondamentale e le pubblicazioni più recenti riguardanti l'argomento. Completano la bibliografia oltre 20 articoli tratti dal Sole 24Ore New Economy e la consultazione dei più importanti siti internet riguardanti l'argomento.


Per un maggiore approfondimento dei temi trattati, invito a scaricare la premessa, leggibile gratuitamente cliccando qui

Mostra/Nascondi contenuto.
PREFAZIONE La presente dissertazione ha per oggetto la complessa tematica della determinazione del Valore nella sua espressione economica, facendo esplicito riferimento alle imprese della New Economy. All’avvio della ricerca che ha condotto a questo scritto, l’obiettivo era quello di analizzare le determinanti del valore in tali imprese per confrontarle, successivamente, con i canonici fattori di successo delle imprese della Old Economy, in modo tale da capire se per la determinazione del capitale economico delle prime si dovessero cercare metodologie diverse da quelle tradizionalmente proposte dalla dottrina e dalla prassi economico-aziendale. In effetti, il settore della New Economy è caratterizzato da una grandissima volatilità del business, nonché da un numerose altre peculiarità che potevano indurre a sospettare che, in tale diverso contesto, i metodi tradizionali – reddituali, patrimoniali e misti – nonché quelli finanziari e persino i più recenti orientamenti di natura empirica si dovessero ritenere superati e non più adatti ad esprimere il valore economico dell’investimento nel capitale proprio di tali imprese. Sotto l’impulso di tale curiosità, si è tentato nella presente dissertazione di scoprire se effettivamente per la quantificazione del capitale economico delle imprese della New Economy si dovessero ricercare nuovi e diversi procedimenti. Per questo motivo si è anzitutto affrontato il vasto e complesso tema del valore e della sua creazione – e distruzione – in senso economico, nello sforzo di comprenderne appieno il profondo significato concettuale. Il primo capitolo, dunque, è dedicato allo studio del significato generale di valore, nella convinzione che tale concetto sia imprescindibilmente soggettivo e, conseguentemente, passibile di assumere differenti accezioni; il valore è, infatti, un’astrazione metafisica e, in quanto tale, non può essere misurabile direttamente, bensì è solo indirettamente e soggettivamente apprezzabile. Lo studio è proseguito restringendo il campo di analisi sulle problematiche economiche legate al valore, considerandone la relazione con il concetto di “Valore Generale del Capitale” e, successivamente, con quello di “Capitale Economico”. E’ proprio di quest’ultimo, inoltre, che si è cercato di delineare i caratteri fondamentali, nonché i fattori in grado di aumentarne la dimensione e i comportamenti aziendali

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Nicola Venco Contatta »

Composta da 205 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2120 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 6 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.