Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Processi di internazionalizzazione delle piccole e medie imprese e nuove forme di cooperazione allo sviluppo: un'esperienza di cooperazione con Cuba

La tesi analizza i processi di internazionalizzazione riferiti alle piccole e medie imprese; in particolare affronta l'evoluzione storica, a livello mondiale ed italiano, gli strumenti finanziari a sostegno degli stessi ed i modelli organizzativi adeguati a questi processi di espansione oltre i confini nazionali e rispondenti alla categoria dimensionale delle imprese non grandi. Per ultimo ho analizzato i programmi di cooperazione decentrata ed il ruolo dell'attività di impresa nella risoluzione di problematiche attuali, quale la povertà. Un possibile legame ricercato tra i processi di internazionalizzazione ed i programmi di cooperazione decentrata si riferisce alla responsabilità sociale di impresa, anch'essa sancita all'interno del presente lavoro.
Come casi operativi ho rappresentato l'attività del Comune di Viareggio, attivissimo nei programmi di cooperazione allo sviluppo, e l'attività dell'ASSP di Viareggio sempre su Cuba, rivolta ad esercitare sul territorio cubano un progetto di compostaggio, all'interno del PDHL/CUBA. Nello specifico, quest'ultimo caso operativo mi ha consentito di analizzare, anche, i processi di liberalizzazione caratterizzanti le aziende speciali dei servizi pubblici, totalmente aderenti anch'essi allo scenario economico attuale.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 Il presente lavoro si propone di analizzare i processi di internazionalizzazione delle imprese con una particolare attenzione alla categoria delle piccole e medie imprese ed al continente latino americano, quale area geografica coinvolta in tali processi. Inizialmente nato per affrontare nello specifico i riflessi organizzativi delle strategie internazionali, con particolare riguardo alla creazione di aziende miste, si è concluso con il considerare più da vicino le differenti e molteplici dimensioni caratterizzanti tale argomento. Tutto ciò è stato nient’altro che la conseguenza di tanta curiosità e passione che mi hanno condotta a considerare questioni a mio parere importanti per avere una visione di insieme e globale su un argomento anch’esso notevolmente ampio. In questa prospettiva, nell’ultima parte, un’attenzione particolare è stata dedicata ad una nuova modalità di cooperazione allo sviluppo che è andata progressivamente affermandosi nel corso degli ultimi anni: la cooperazione decentrata. Tale modello infatti, che si fonda sulla creazione di network tra le imprese che intendono espandersi all’estero ed i diversi soggetti del territorio, istituzionali e non, coinvolti in un progetto di sviluppo, rappresenta un fenomeno recente nell’ambito dei processi di internazionalizzazione. L’analisi è stata focalizzata sulle imprese di minori dimensioni, che si prestano particolarmente a tale logica di azione caratterizzata dalla costituzione di modelli reticolari tra le forze pubbliche e private appartenenti ad un determinato contesto territoriale e nello specifico rappresentate dagli enti locali, imprese, associazionismo, centri sociali, sindacati, aziende municipalizzate e di servizi, istituti di credito e di formazione, comunità di immigrati, enti del commercio

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Sara Casarosa Contatta »

Composta da 744 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 6797 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 15 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.