Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il nodo intertestuale 'Werther'-'Ortis'

Capitolo primo:
La fortuna del ‘WERTHER’ in Europa tra il ‘700 e ‘800 come eroe della sensibilità. Distacco di GOETHE dal suo personaggio negativo.

Capitolo secondo:
Accoglienza del romanzo in Italia e traduzioni. Carattere tragico dell'ORTIS contrapposta alla funzione pedagocica WERTHER.

Capitolo terzo:
Tre tematiche fondamentali a confronto: NATURA, AMORE, RELIGIONE. GOETHE: Importanza della dottrina SPINOZIANA e TEORIE PSICOFISIOLOGICO—FILOSOFICHE sulla melanconia; WERTHER narcisista e melanconico. Duplice accezione della natura in ORTIS, POSITIVA E NEGATIVA, di ascendenza GOETHIANA. Concezione pura dell'amore in ORTIS contrapposta all'atteggiamento narcisistico egocentrico WERTHERIANO. Funzione retorica tematica religiosa in ORTIS: Approccio catartico contrapposto all'approccio narcisistico WERTHERIANO.

Capitolo quarto:
Diverso trattamento della ipertestualità. Negativo e passivo di WERTHER, dilettante indifferente alla letteratura contemporanea VS Postivo ed attivo di ORTIS profondo conoscitore del panorama letterario estetico internazionale; identificazione di FOSCOLO con ORTIS VS ANTIWERTHERISMO di GOETHE.

Mostra/Nascondi contenuto.
CAPITOLO PRIMO LA FORTUNA DEL WERTHER IN EUROPA Il romanzo goethiano riscuote un immediato e clamoroso successo, divenendo un testo di grandissimo richiamo presso tutti gli ambienti culturali in cui va prendendo forma il trapasso dalla concezione illuministica della letteratura alla nascente temperie protoromantica. Si crea un autentico caso letterario di portata internazionale, che contribuisce in misura decisiva a rendere noto il nome di Goethe in tutte le nazioni europee e genera un’ondata di entusiasmo, destinata a sconvolgere il panorama letterario. Come sostiene giustamente Franz Strich in un suo saggio dedicato all'ascendente esercitato da Goethe sulla letteratura straniera, grazie al prestigio acquisito con il romanzo, il grande scrittore viene nominato membro delle accademie europee, viene tradotto in tutte le lingue; a tal punto risuona in tutti i circoli letterari la fama del Werther, che il suo autore viene coinvolto nella contesa dei 'classici' e dei 'romantici' ed esercita un influsso fondamentale sul risveglio del romanticismo europeo. Nell'arco di pochi anni, il testo del Werther si diffonde progressivamente per tutta l'Europa, grazie al frenetico incalzare di una serie ininterrotta di traduzioni; viene stampato, letto ed ammirato in Francia, Inghilterra, Italia. Molti sono i rifacimenti, ora in forma di imitazione con intento emulatorio, ora a carattere parodico. Questa straordinaria popolarità è assolutamente un fatto senza precedenti per la letteratura in epoca illuminista: il romanzo giovanile goethiano è la prima opera a varcare in misura così eclatante i confini nazionali, innestandosi nella tradizione letteraria europea, a pieno titolo, fino ad essere osannato- a torto o a ragione- come testo cardine della poetica della Empfindsamkeit e diventare il punto di riferimento obbligato per molta parte della produzione letteraria volta a celebrare i diritti della passione e della libertà individuale. La portata internazionale di questo testo rivoluzionario per contenuti letterari e per forma rappresentativa prescinde da qualsiasi specifico

Tesi di Dottorato

Dipartimento: Letterature comparate

Autore: Nicola Bietolini Contatta »

Composta da 144 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 7779 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 10 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.