Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La problematica morale ed esistenziale nella narrativa di Dino Buzzati

La problematica morale ed esistenziale nella narrativa di Dino Buzzati (dal misticismo alla visione apocalittica). La tesi si propone di esplorare l'universo poetico di Dino Buzzati sotto un profilo prettamente religioso e filosofico. Analizzando criticamente l'opera si evidenzia come un autore di racconti fantastici possa sconfinare nel campo della riflessione sui temi fondamentali dell'uomo in rapporto alla sua condizione esistenziale ai suoi simili alla morte e a Dio. Il genere fantastico, difatti, favorisce l'esplicarsi di un'immaginazione che, negli scritti buzzatiani in particolare, sembra sondare quanto di misterioso ed oscuro caratterizzi il reale. Dagli elementi che se ne trarranno, sarà, quindi possibile comprendere in che modo sia lecito parlare di religiosità e di approfondimento filosofico riguardo all'opera dell'autore e quanto variegata e complessa possa considerarsi la definizione di tali aspetti. L'intento finale sarà quello di far parlare Buzzati attraverso i suoi scritti, adottando una chiave di lettura prevalentemente di tipo esistenzialistico, in quanto l'attenzione dello scrittore appare rivolta soprattutto alla concreta realtà dell'esistere. Obiettivo della riflessione buzzatiana, dunque, si rivelerà l'uomo, dapprima raffigurato nella sua ansiosa ricerca di una qualsivoglia rivelazione dell'Essere, quindi, nella sua angoscia per le possibilità negate, in quanto illuso e poi abbandonato al destino tragico della vita.

Mostra/Nascondi contenuto.
2 Introduzione. La tesi si propone di esplorare l'universo poetico di Dino Buzzati sotto un profilo prettamente religioso e filosofico. Analizzando criticamente l'opera narrativa, si intende evidenziare come un autore di racconti fantastici, qual è Buzzati, possa sconfinare nel campo della riflessione sui temi e problemi fondamentali dell'uomo in rapporto alla sua condizione esistenziale, ai suoi simili, alla morte e a Dio. Il genere fantastico, difatti, favorisce l'esplicarsi di un'immaginazione che, negli scritti buzzatiani in particolare, sembra sondare quanto di misterioso ed oscuro caratterizzi il reale. Dagli elementi che se ne trarranno, sarà, quindi, possibile comprendere in che modo sia lecito parlare di religiosità e di approfondimento filosofico riguardo all'opera dell'autore e quanto variegata e complessa possa considerarsi la definizione di tali aspetti. L'intento finale sarà quello di far parlare Buzzati attraverso i suoi scritti, adottando una chiave di lettura prevalentemente di tipo esistenzialistico, in quanto l'attenzione dello scrittore appare rivolta soprattutto alla concreta realtà dell'esistere. Obiettivo della riflessione buzzatiana, dunque, si rivelerà l'uomo, dapprima raffigurato nella sua ansiosa ricerca di una qualsivoglia rivelazione dell'Essere, quindi, nella sua angoscia per le possibilità negate, in quanto illuso e poi abbandonato al destino tragico della vita.

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Giuseppina Lapadula Contatta »

Composta da 150 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 6574 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 17 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.