Skip to content

Malformazioni in stadi giovanili di Sparus aurata L.

Informazioni tesi

  Autore: Giulio Sonzio
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2000-01
  Università: Università degli Studi di Bologna
  Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali
  Corso: Scienze Biologiche
  Relatore: Giuliano Bonomi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 69

Lo studio condotto sulle malformazioni degli stadi giovanili delle specie eurialine oggetto di allevamento ha cercato di valutarne l’incidenza e compararla sotto l’aspetto morfologico che caratterizza i soggetti in natura. L’indagine ha considerato solo gli stadi giovanili, poiché non è possibile osservare individui malformati adulti, dato che per ragioni economiche viene effettuata una selezione appena è possibile individuare la malformazione. Risulta infatti sconveniente alimentare e allevare un pesce malformato per il dispendio di denaro e di risorse che ciò implica.
La tecnica della biometria è utilizzata per valutare il grado di malformazione, le relazioni morfometriche possono essere utilizzate quindi come parametro di valutazione della qualità del pesce d’allevamento (Koumoundouros et al., 1995).

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
1. Premessa Nei sistemi produttivi acquacolturali stanno prendendo sempre più il sopravvento gli aspetti qualitativi rispetto a quelli quantitativi. Tale constatazione risulta valida sin dai primi stadi del ciclo di allevamento; infatti, la fase di sviluppo larvale, sia dei pesci che dei crostacei, è di fatto un processo prevalentemente qualitativo, fortemente condizionato da fattori biotici (Bromage, 1996) ed abiotici (Divanach, 1998). La conoscenza approfondita dello sviluppo di una specie dal punto di vista osteologico è importante non solo dal punto di vista embriologico ma anche da quello produttivo. Nell’ambito delle avannotterie commerciali, il termine “qualità” degli stadi larvali e dei giovanili presuppone l’esistenza di differenziazioni tra i diversi lotti di avannotti le cui cause possono essere di natura zootecnica, nutrizionale ma anche genetica (Thomas S., 1994). Con l’avanzare dello stadio biologico dell’organismo allevato, i fattori che assumono una importanza sempre più rilevante nella definizione della qualità dell’animale sono riconducibili a quelli di tipo alimentare (Menu, 1994; Guerden 1995; De wolf, 1995; Gapasin 2001) e ambientale (Baeverfjord, 1999b; Guillen, 1993). L’allevamento dei pesci eurialini il cui ciclo vitale si compie interamente in ambiente controllato è tecnica relativamente recente rispetto alla troticoltura (Melotti et al., 1995). I giapponesi sono stati i pionieri di questo tipo di allevamento partendo da riproduttori catturati in natura circa 35 anni fa (Watanabe, 1986). La produzione mondiale di avannotti con tecniche di riproduzione indotta nel 1997 era stimata in circa 150.000.000 di esemplari (FAO, 1998) tale quantità ha subito un forte incremento nel triennio successivo. Sulla base di tali cifre il principale problema che occorre risolvere è la messa a punto di tecniche produttive in grado di garantire soggetti di ottima qualità. Quelli con malformazioni più lievi (di solito scheletriche) possono anche giungere allo stadio adulto ma in un tempo molto più lungo rispetto ai soggetti sani e con forte deprezzamento del valore di mercato se non addirittura con l’impossibilità di commercializzarli. Risulta alquanto difficoltosa la “diagnosi” della possibile causa delle malformazioni; infatti molteplici e spesso contemporaneamente presenti,

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

acquacoltura
malformazioni indotte
riproduzione indotta
zootecnia
idrobiologia
morfometria
orata
classificazione delle malformazioni
pescicoltura
sparus aurata
biologia marina

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi